energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Firenze Insolita, torna il piacere della scoperta Cultura

Si comincia venerdì 22 novembre, dopodomani dunque, a camminare per i sentieri nascosti della città, alla scoperta di palazzi, botteghe, ville, di insoliti panorami e personaggi, di tutto ciò che in definitiva la città raccoglie e custodisce nelle sue pieghe preziose di storia e di vita. In una parola, torna Firenze Insolita, che fino all’8 dicembre (IV edizione), condurrà per mano i partecipanti non solo attraverso itinerari nascosti, ma anche per laboratori e giochi dedicati ai bambini.  
L’iniziativa, organizzata dalla commissione Cultura del Q.1 ha lo scopo sì di migliorare e contribuire alla conoscenza di Firenze attraverso le arti e la cultura, ma anche di essere piattaforma di partenza per la valorizzazione della cultura stessa, in tutte le sue forme:  dalla presentazione di libri, all'itinerario speciale dedicato a Pratolini fino ad alcune visite fuori dal centro storico nelle ville medicee di Petraia e Castello e il Museo Stibbert. E come ogni anno la manifestazione si concluderà con il concerto di Ginevra Di Marco (Cinema Alfieri, domenica 8, ore 21,30) durante la serata dedicata a Margherita Hack.

“La nostra – hanno spiegato il presidente del Q.1 Nicola Benvenuti e la presidente della commissione Cultura Ornella Grassi vuole essere una rassegna di alcune realtà insolite della nostra città, siano esse culturali, artistiche o artigianali proponendo visite alla Firenze del passato e del presente, rivolgendoci ad un pubblico adulto e di bambini, offrendo concerti e passeggiate culturali, promuovendo l’integrazione tra culture diverse”. In programma corsi di fotografia , visione di documentari. E anche creazione di un filmato originale di Firenze da parte di un gruppo di giovani. L’omaggio a Pratolini (giovedì 21 alle 14,30 e alle 18) è organizzato in collaborazione con l’associazione La Nottola di Minerva e la Regione Toscana. Due gli incontri letterari (7 e 14 dicembre alle 21) presso la biblioteca delle Oblate per presentare i libri della giornalista Stefania Valbonesi Cronaca ravennate” e quello di Raffaella Marcucci e Gianni Caverni “Firenze casa mia. Ospiti celebri e cittadini illustri: luoghi e memorie”.

Grande attenzione verrà riservata ai bambini: molte le giornate a loro dedicate nelle varie piazze fiorentine o nel complesso delle Leopoldine o con due grandi cacce al tesoro organizzate in Oltrarno. “Firenze Insolita – ha aggiunto Ornella Grassi- è il sogno di una città in cui si riesca a coniugare, tramite la cultura e la memoria, la crescita individuale con lo sviluppo economico capace di creare lavoro compatibile con la nostra storia e con la bellezza del nostro centro storico, in cui il divertimento e i momenti lieti vadano di pari passo con il rispetto dovuto a tutti”. Fra le visite guidate, quella al Palazzo Valori detto dei Visacci (28 novembre alle 16); Villa Favard, palazzo Marucelli Fenzi per conoscere il barocco (13 dicembre alle 15,30), la visita esclusiva agli ambienti di Palazzo Ludovico Capponi (21 dicembre alle 15,30). Ad organizzare i laboratori fotografici c’è l’associazione culturale Azzerokm (info 338.8719509) e poi ci sono le visite alle botteghe artigiane: laboratori di restauro, intaglio, oreficeria. Tutte le iniziative sono gratuite. Chi è interessato a partecipare può andare sul sito del Comune e sul profilo facebook di Firenze Insolita per conoscere i numeri dove di volta in volta prenotarsi.

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »