energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Firenze lancia il progetto per Lulli, musicista dimenticato Spettacoli

Firenze –  Un vasto progetto per ricordare Giovanni Battista Lulli (Firenze 1632 – Parigi 1687), grande compositore oggi quasi completamente dimenticato, è quello ideato da due musicisti che lo hanno coltivato e amato, Federico Maria Sardelli e il suo discepolo Samuele Lastrucci, che avrà come anteprima l’esecuzione dell’ultima opera di Lulli Acis et Galatea al Maggio Musicale Fiorentino il 4 luglio e che proseguirà con giornate di studi, produzioni di concerti e opere, incisioni discografiche e anche la costituzione di un Istituto a suo nome.

I partner del progetto sono il Centre de Musique Baroque de Versailles, il Comune e la Città Metropolitana di Firenze, il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, l’Institut Français di Firenze, l’Università di Firenze, l’orchestra barocca Modo Antiquo e l’ensemble I Musici del Gran Principe.

Lulli è stato uno dei più importanti compositori della storia: creatore di un nuovo linguaggio, di un nuovo modo di suonare (sua è la paternità dell’orchestra in senso moderno), di nuovi generi musicali. La sua influenza in Europa è stata forte e ininterrotta sino alla Rivoluzione Francese. Il catalogo delle sue opere è impressionante e ha influenzato centinaia di compositori. Lulli è, assieme a Monteverdi, il musicista più importante e influente del Seicento. Paradossalmente, a fronte di una tale grandezza, l’Italia si è dimenticata di lui. Ancora eseguito e ricordato in Francia, Lulli è pressoché assente dal circuito concertistico, teatrale, discografico e didattico italiano.

“Un vuoto che deve essere colmato – afferma il sindaco Dario Nardella – e che vede il Comune in prima linea con questo progetto che parte dalla sua città natale e che vuole farci di nuovo familiarizzare con la sua musica e la sua figura. Grazie al teatro del Maggio per lo sforzo nell’allestimento speciale di questa produzione che chiuderà il programma operistico dell’84/esima edizione del Festival”.

Il Progetto Lulli nasce nel 390° anniversario della sua nascita e nel 100° anniversario della prima grande manifestazione sul barocco a Firenze, a Palazzo Pitti, nel 1922. L’appuntamento del 4 luglio con Acis et Galatée al Maggio Musicale Fiorentino segna il ritorno di Lulli a Firenze e per l’occasione l’Orchestra del Maggio è stata appositamente fornita di copie fedeli di strumenti antichi in grado di restituire le sonorità originali. Si tratta di un investimento coraggioso che fa del Maggio una delle Fondazioni liriche più all’avanguardia d’Italia per l’interpretazione del repertorio barocco.

Sardelli e Lastrucci desiderano valorizzare tramite il progetto Lulli due luoghi simbolo della civiltà barocca: il Salone degli Specchi “Luca Giordano” di Palazzo Medici Riccardi e il Parco Mediceo di Pratolino. Ogni anno, il 28 novembre, nell’anniversario del compositore il Salone ospiterà una giornata di studi con concerto finale. In estate invece un grande evento musicale ai piedi del Gigante dell’Appennino porterà il repertorio lulliano al grande pubblico restituendo così a Pratolino l’originale compito di accogliere e diffondere la musica barocca. La cerimonia di costituzione dell’Istituto intitolato a Lulli sarà invece a settembre nella Sala dei Gigli di Palazzo Vecchio.

Foto: Sardelli e Lastrucci

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »