energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Firenze Marathon: quote della staffetta alle associazioni Cronaca, Società

Firenze – Firenze Marathon che si corre domenica 25 novembre avrà un’anteprima  assai significativa  il giorno precedente con la staffetta Huawei 3x7km. L’appuntamento per  questa  staffetta che è una delle grandi novità della manifestazione si svolgerà nel Parco delle Cascine, il polmone verde di Firenze, con la sede logistica di partenza e arrivo proprio accanto al nuovo Marathon Expo che sarà da quest’anno alla Stazione Leopolda.

La staffetta fa parte del Charity Program di Firenze Marathon e coinvolgerà le associazioni benefiche e le onlus collegate a Firenze Marathon. Infatti la quota d’iscrizione (detratte le spese), sarà devoluta all’associazione che verrà indicata dal partecipante, fra quelle che aderiscono alla manifestazione.

A  questo proposito il presidente provinciale delle ACLI  di Firenze Francesco Potestio fa appello alla partecipazione a questo evento che ha una triplice valenza: sportiva, culturale, sociale. E con l’occasione Potestio fa presente che le ACLI devolveranno il  ricavato per l’attuazione del progetto casa che stanno realizzando.

“E’ un progetto innovativo –  spiega – a contrasto delle nuove povertà per favorire  l’accesso alla casa e al credito, prevenendo l’ esclusione sociale.  Le Acli fiorentine  ci stanno lavorando, in rete con altri enti del terzo settore”.

Potestio ricorda che “sono sempre  di più le situazioni di disagio economico che vengono segnalate come fase precedente all’emergenza abitativa: stati di disoccupazione prolungata, licenziamenti, separazioni e nuove nascite, possono condurre rapidamente le famiglie e le persone a situazioni di emergenza economica e di povertà assoluta”.

Il  Presidente delle ACLI precisa che il  progetto “vuole rispondere alle nuove povertà di famiglie e singoli che sono esclusi per vari motivi dal diritto alla casa, con un approccio di partecipazione attiva di costruzione della propria dignità e valorizzazione professionale, attivando al contempo un circuito di formazione all’ imprenditorialità”

L’assessore al welfare e alla casa del  Comune di  Firenze Sara Funaro che insieme all’assessore allo sport Andrea Vannucci ha operato per il coinvolgimento delle associazioni  nella manifestazione, ha manifestato apprezzamento per questa iniziativa delle ACLI su un tema così cruciale come quello del disagio abitativo.

L’assessore Funaro ha  ricordato anche  gli specifici  interventi  legati alla casa  e che sono stati oggetti del Piano casa del Comune di Firenze   del valore complessivo di 56,1 milioni di euro, tra vecchi e nuovi investimenti, che interesserà 1.664 famiglie che non hanno una casa di proprietà e fanno parte della cosiddetta ‘fascia grigia’, formata da persone che hanno un tenore di vita che non è così basso da ottenere l’assegnazione di un alloggio popolare, ma neanche così alto da consentire di vivere autonomamente e in modo dignitoso in un alloggio privato.

In particolare Sara Funaro ha  sottolineato il contributo affitti, l’housing sociale, che dà una risposta abitativa a persone che non accedono alle case popolari ma non hanno le possibilità per sostenere un affitto sul mercato immobiliare privato, gli alloggi di transizione, che sono una risposta temporanea a una difficoltà abitativa e soprattutto,  il campo degli  alloggi Erp per famiglie in difficoltà che il Piano divide in due paragrafi: appartamenti da ristrutturare e nuovi.  

In particolare alloggi di edilizia residenziale pubblica liberati e che devono essere riqualificati per essere assegnati di nuovo. In tutto sono 362 case, di cui 194  già in corso di riqualificazione.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »