energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Firenze, oltre mille in corteo contro le politiche del governo Cronaca

Firenze – Per esserci, ci sono tutti: centri sociali, comitati cittadini, mamme, comitati della Piana contro inceneritore, studenti, la frammentata galassia della sinistra politica fiorentina. Nell’aria, sventolano le bandiere di Rifondazione, Partito comunista dei lavoratori, Partito comunista, le bandiere anarchiche e gli striscioni antifascisti,  quelle dei sindacati di base, i laboratori politici della sinistra radicale e non, il gruppo Firenze riparte a sinistra, Alternativa Libera Firenze, Perunaltracittà. Autisti dell’Ataf, precari, studenti , insegnanti, sono tante le voci che hanno trovato un momento di unità nel blindatissimo corteo che, partito da piazza San Lorenzo, percorre piazza Duomo, sfila per via Palazzuolo, si ritrova a Porta al Prato, dove le forze dell’ordine hanno costruito un vero e proprio muro, con gli agenti in tenuta antisommossa. Il corteo si stoppa, e dopo lunghissimi minuti in cui fronteggia gli agenti, ripiega verso piazza Santa Maria Novella.

usb silviaCosì, mentre alla Leopolda intervengono i  ministri dando luogo al famoso “question time” (Delrio, Poletti, Francesconi, Madia e Gentiloni) e si attende la Boschi, il variegato popolo dell’opposizione “a sinistra” mette in scena uno dei cortei più “forti” a livello di partecipazione e di varietà di motivazioni che si sia visto in questi ultimi tempi, almeno a Firenze. Un corteo deciso ma “tranquillo”, con l’atmosfera che si surriscalda solo qualche attimo a cospetto del “muro” di Porta a Prato.

mamme no inceneritore

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »