energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

A Firenze parte il Taxi Premaman Società

Firenze – Taxi Premaman, iniziativa degli operatori del 4390 Taxi Firenze per mamme in attesa. E se l’ansia della maggior parte delle donne è quella di arrivare al momento cruciale del parto sole, il servizio pensato dalla cooperativa dei tassisti è proprio indicato per contenere almeno questo tipo di ansia. Infatti, Taxi Premaman è un nuovo servizio gratuito che garantisce la priorità sulle chiamate nel caso in cui la futura mamma debba correre in ospedale in fretta e furia. Le modalità con cui si accede al servizio sono semplici:basta registrarsi chiamando il numero 0554390 o tramite il sito www.4390.it. Da quel momento, è possibile chiamare giorno e notte un taxi, chiedendo la priorità del servizio “Premaman”. In pochi minuti il tassista arriverà a domicilio, si occuperà dei bagagli e condurrà la mamma in attesa nella struttura sanitaria da lei indicata. Non c’è nessuna “aggiunta” alla normale tariffa del taxi.

«Con questa iniziativa – spiega Claudio Giudici, presidente del 4390 Taxi Firenze – il 4390 si conferma realtà imprenditoriale attenta alle esigenze dei cittadini, portando avanti il cammino di “Davanti casa” per la sicurezza delle donne, di “Taxi Sordi” l’app che promuoviamo per gli utenti sordi, di “Eco-Taxi” per la sostenibilità ambientale della nostra flotta contando oggi il 35% di vetture ecosostenibili contro la media nazionale del 6%, e dell’accordo con i consumatori, emergendo come una delle due uniche realtà nazionali ad aver fatto una cosa di questo tipo». Del resto, il servizio taxi si sta rivelando sempre più utilizzato dalle donne: più di una donna su due lo usa abitualmente, e sempre più spesso alla guida si trova proprio una donna.. Qualche numero? Sui 315 taxi del 4390, 69, cioè il 20% del totale, è “rosa”.

“Ma con Taxi Premaman, implicitamente, rivolgiamo anche un monito a quelle banche d’affari ed ancor peggio a quegli opinionisti che stanno spacciando per una modernizzazione il fatto che chicchessia possa con la propria vettura fare trasporto persone, trascurando irresponsabilmente l’istanza della sicurezza, imprescindibile al servizio taxi. E la sicurezza, nel trasporto persone, quando un cliente è di fatto sotto la discrezionalità di chi guida, può essere garantita solo grazie ad una regolamentazione ed una supervisione pubblica sia o monte che nello svolgimento del servizio”. Del resto, conclude Giudici, con questa iniziativa il 4390 porta avanti un cammino per la sicurezza delle donne iniziato con il servizio “Davanti casa”. Non solo: un ulteriore passo in direzione della sicurezza e usufruibilità allargata del servizio è stato compiuto con l’iniziativa “Taxi Sordi”, l’app che il 4390 ha promosso per utenti non udenti, ed “Eco Taxi” per incentivare la sostenibilità ambientale della flotta della cooperativa, che conta oggi, coome ricorda Giudici, “il 35% di vetture ecosostenibili contro la media nazionale del 6%, e dell’accordo con i consumatori, emergendo come una delle due uniche realtà nazionali ad aver fatto una cosa di questo tipo”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »