energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Navigazione libera, Firenze regina del wi-fi Cronaca

Due ore di navigazione internet libera e gratuita per tutti. Firenze, da ieri, è la prima grande città WIFi Free. ovvero a dare attuazione alle nuove disposizioni normative che hanno rimosso i vincoli che imponevano il riconoscimento dell’utente e la registrazione preventiva alla navigazione. La classifica dei luoghi coperti utilizzati ieri vede al primo posto piazza della Repubblica, seguita da Piazza Duomo, Piazza Signoria, Piazza San Giovanni, Lungarno Archibusieri, Piazzale Uffizi, Orsanmichele, Piazza del Grano, Oblate.

Tra le cose importanti del Decreto del Fare – ha sottolineato il sindaco Matteo Renzic’è la possibilità, finalmente, di navigare su internet senza complicata procedure di registrazione e lunghi iter burocratici. Ora, grazie al lavoro dei nostri servizi informativi, chiunque con il proprio tablet, portatile o smartphone può ‘attaccarsi’ alla rete e navigare. Quella che impediva questo semplice sistema era una legge assurda che il Parlamento ha giustamente cancellato. Oggi Firenze è una città sempre più ‘smart’ che guarda al futuro e non solo al passato”.

Già nelle poche ore liberalizzate di mercoledì, senza alcuna pubblicità, il numero di accessi ha superato di gran lunga quello dell’intera giornata di martedì. Ieri, fin dalle prime ore, si è visto che la novità era gradita dagli utenti, tra cui numerosi turisti. A fine giornata il numero di accessi è stato più che doppio rispetto a quello medio di altre giornate precedenti. In totale, gli accessi del 5 settembre sono stati 3519, contro i 583 del primo settembre, i 971 del 2, i 1158 del 3 e i 1644 del 4 (comprensivi quindi degli incrementi serali). Di questi, gli accessi del 5 settembre tramite la Firenze Card sono stati circa 120. La rete ha retto bene, tanto che sono stati scaricati circa 61 Gigabyte (circa 17 Mb medi per accesso), il tempo medio di connessione è stato di 74 minuti per utente, quindi molto di più della semplice lettura della posta elettronica o di un post su un social network.

La tecnologia WiFi è nata per essere utilizzata in spazi chiusi, anche se di grandi dimensioni. Adesso viene utilizzata in spazi aperti, talvolta angusti (come possono esserlo certe vie del centro di Firenze), con apparati economici, solo qualche vota allacciati alla rete in fibra ottica, spesso su comuni ADSL telefoniche. Allontanandosi dall’access point il segnale tende a diminuire e una contemporanea presenza di molti utenti sulla stessa antenna può rallentare la navigazione.
La rete di Firenze, che comprende ad oggi 530 hotspot (antennine) in 200 aree della città, è stata realizzata a costi contenuti, federando vari soggetti come la Provincia, l’Università, Vigili del Fuoco, Firenze Parcheggi (e altri sono in arrivo), ma offre una copertura molto vasta e sostanzialmente affidabile.
Nelle aree coperte viene offerta la navigazione libera e gratuita per due ore e per 300 Megabyte giornalieri su ciascun dispositivo; se, come spesso succede, l’utente è dotato di due o tre dispositivi (telefono, computer, tablet) l’offerta raddoppia o triplica. La navigazione internet avviene sotto responsabilità dell'utente per quanto riguarda il corretto utilizzo. Per tutela contro usi illeciti gli accessi sono tracciati a norma di legge: in pratica vengono registrati i numeri di serie univoci dei dispositivi connessi.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »