energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Firenze torna in acqua, riaperta la piscina Costoli Turismo

Riapre alla balneazione estiva la piscina Costoli di Campo di Marte. L’impianto rimarrà aperto fino al 31 agosto con orario  10-18 (lunedì 14-18). Nel mese di giugno nella giornata di sabato la chiusura è posticipata alle 20 e nei mesi di luglio e agosto anche il giovedì. Saranno a disposizione dei bagnanti la vasca tuffi (25×18) con profondità di 5 metri, la vasca olimpica (50×25) con profondità di 2,15 metri, la vasca ricreativa (25×18) con profondità degradabile da 0 a 1 metro e 20 da utilizzarsi per attività ludiche e rieducative per disabili e non nuotatori. Nella vasca ricreativa verranno effettuati corsi di aquagym il lunedì-mercoledì e martedì-giovedì alle ore 18.30 o alle ore 19.15. Le iscrizioni verranno accolte presso l’impianto in orario d’ufficio (tel. 055/6236027 – 055/6241274). All'interno dell'impianto è presente un punto di ristoro e guardaroba.

Queste le tariffe: 7 euro intero, 5 euro ridotto, pomeridiano (entrata dopo le 15) 4 euro; abbonamento per 10 ingressi (solo feriali) 60 euro. Ingresso gratuito per bambini fino a 6 anni con accompagnatore pagante (massimo 2 bambini per accompagnatore), carabinieri, agenti pubblica sicurezza, vigili del fuoco, vigili urbani, invalidi (compreso un accompagnatore). L'ingresso ridotto riguarda i bambini fra i 7 e 14 anni con accompagnatore pagante, Carta Giovani (15-29 anni), anziani oltre 65 anni, militari con tessera di riconoscimento, possessori del biglietto dell’arena estiva Mandela Forum del mercoledì sera da utilizzare esclusivamente il giorno successivo (giovedì).
Queste le tariffe dei corsi acquagym: adulti (15-60 anni) 7.50 euro a lezione, Carta Giovani 6 euro a lezione, ragazzi (sotto 15 anni) 5 euro a lezione, anziani (da 65 anni) 3 euro a lezione.

Da 1° giugno sono entrati in vigore i criteri di utilizzo e le tariffe per l'uso degli impianti sportivi di proprietà comunale, a seguito della delibera approvata dalla giunta. Fra le novità più significative è stato tolto dall'attività agonistica il riferimento al Cip (comitato paraolimpico) per evitare che i concessionari facessero pagare la tariffa agonistica ai disabili, è stato prolungato a 16 anni il limite per la gratuità per le scuole, sono state riequilibrate le tariffe per alcuni impianti e introdotte differenziazioni per gli eventi extrasportivi (il doppio di quelli sportivi).

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »