energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Firenze, un Team in corsa per la pace dalla Sinagoga alla Moschea Cronaca

Sono cessati da poco i lanci dei razzi palestinesi verso Israele e le incursioni dell’aviazione israeliana nella striscia di Gaza. E la tregua, realizzata con la mediazione di Stati Uniti ed Egitto, ha ancora degli esiti: in Israele sono mantenute le misure di sicurezza e solamente ieri Ismail Haniyed, il primo ministro di Hamas, ha esortato tutte le fazioni palestinesi a rispettare la tregua.
In un equilibrio fragile, che ha bisogno di tempo per stabilizzarsi, Firenze punta al dialogo nel segno dello sport con la Firenze Marathon di domenica 25 novembre, dedicata proprio alla pace fra i popoli, e confermata nei suoi intenti dalle parole del sindaco Matteo Renzi che ieri, in collegamento telefonico con la Maratona oratoria per Israele ha ricordato che ''Firenze vi è vicina in queste ore e afferma il diritto di esistere dello stato ebraico che qualcuno vorrebbe mettere in discussione''.
In attesa del grande evento, quest’anno alla sua 29° edizione con quasi 10.000 iscritti, stamani si è avuta una breve, ma fortemente simbolica, anteprima con la “corsa per la pace” che, partita dalla Sinagoga di Firenze in Via Farini ha raggiunto la Moschea cittadina in piazza dei Ciompi per poi concludersi in Palazzo Vecchio.

giovi-_Firenze_Marathon2.JPGA comporre il “Pace Teamotto podisti israeliani di Gerusalemme ovest e palestinesi di Gerusalemme est, ospiti della Maratona e del Comune di Firenze, in collaborazione con Maccabi internazionale e l’Opera del Tempio Ebraico, per un evento nato su iniziativa dell’Associazione italiana ENZO B Onlus e della sua gemella ENZO B Israel, organizzazione non profit impegnata da oltre venti anni nella promozione dei diritti e del supporto all’infanzia e nei processi di dialogo comunitari e interculturali.
A dare il via alla corsa il Rabbino Capo Joseph Levi, il presidente della Comunità ebraica fiorentina Guidobaldo Passigli e il presidente del Tempio Ebraico Renzo Funaro mentre l'Imam di Firenze Izzedin Elzir e la comunità islamica fiorentina hanno accolto gli atleti al loro arrivo, prima della tradizionale preghiera del venerdì.
Nell'ambito del gemellaggio tra le due Maratone una delegazione fiorentina sarà ospite il 1 marzo 2013 della città di Gerusalemme per partecipare alla 3° Jerusalem Marathon: un altro passo verso la speranza di pace che certamente va al di là del solo evento sportivo.

Giovi-Firenze_Marathon3.JPG

Giovanna Focardi Nicita
crediti fotografici: Giovanna Focardi Nicita

Print Friendly, PDF & Email

Translate »