energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Florence Biennale, performance di biomusic, video art e tango Cultura

Firenze – Il programma di Florence Biennale  2015, alla Fortezza da Basso, per domani 21 ottobre. Al mattino si parte con un’iniziativa per le scuole “Leggere l’arte contemporanea” e a seguire la performance Bio Music Village. Nel pomeriggio nell’Area Teatro della Fortezza prenderà forma la video arte dalle 14:30 alle 17; per poi spostarsi in America Latina, alle 17 e 18, con due lecture sul tango argentino, fino a sera con l’esibizione di tango della scuola “Pablo Tango di Firenze, a pertire dalle 19. Ieri è stata aperta la mostra “Per Desdemona” dei 28  dipinti di Franca Pisani contro la violenza visibili fino a sabato 24 ottobre

Dal 17 al 25 ottobre 2015 la Fortezza da Basso di Firenze (padiglione Spadolini inferiore) ospita la decima edizione di Florence Biennale – Mostra Internazionale d’Arte Contemporanea di Firenze. Nove giorni di esposizione, 423 artisti provenienti da 62 paesi di tutti e 5 i continenti, tre premi alla carriera, il riconoscimento a una donna che unisce l’arte alla volontà di salvare la memoria delle testimonianze archeologiche distrutte dall’Isis a Mosul e una quarantina di appuntamenti tematici sono il palinsesto dell’evento che per la decima volta in 18 anni farà di Firenze la capitale mondiale dell’arte contemporanea.

Il programma di mercoledì 21 ottobre

Alle ore 10 la giornata si aprirà con gli incontri didattici delle scuole per il progetto educativo “Leggere l’arte contemporanea”. A visitare la Florence Biennale saranno gli istituti fiorentini: Liceo Artistico Statale di Porta Romana, Istituto Comprensivo Ghiberti, Scuola statale secondaria di primo grado “Arnolfo di Cambio – Beato Angelico” e Istituto del Sacro Cuore.

Dalle ore 12 nell’Area Teatro del padiglione Spadolini inferiore avrà luogo la performance musicale del Maestro Roberto Fabbriciani dal titolo “Bio Music Village”, un cooking show a cura dello Chef Adriano di CoopAgri con luci e regia di Giacobbe Giusti promossa da Ass.ne Culturale “FulgorAzione”, Capolona (Arezzo).

Pomeriggio
Dalle ore 14.30 alle 16.30 sempre nell’Area Teatro ci sarà un focus sulla video art.

Alle ore 17 sarà la volta della lecture a cura di Gregorio Luke, esperto di arte e cultura latino-americana, che verterà sulla figura di Carlos Gardel, personaggio di spicco nella storia della musica e del tango argentino.

Alle 18 seguiranno le lecture di approfondimento sulla disciplina del tango argentino a cura di Silvia Leonor Oddo, psicologa, Università del Tango, Buenos Aires e Giancarlo Merz, studioso di storia del tango.

Dalle ore 19 si svolgerà una performance dimostrativa dei maestri di tango della scuola “Pablo Tango” di Firenze.

Florence Biennale inaugurazioine 19 ottobreAlla Florence Biennale il tema delle violenza contro le donne.
Ieri, 19 ottobre, è stata inaugurata al Palazzo di Giustizia di Firenze la mostra, collaterale alla Biennale, “Per Desdemona” dell’artista maremmana Franca Pisani e curatada Melanie Zefferino. E’ la prima volta che il Palazzo di Giustizia di Firenze ospita un’esposizione d’arte. La mostra resterà visibile fino a sabato 24 ottobre, con orari dal lunedì al venerdì dalle ore 08.00 alle ore 19.15 e il sabato dalle ore 08.00 alle ore 14.30. Patrocinata dalla Camera Civile di Firenze, la mostra è organizzata da Florence Biennale sul tema della violenza contro le donne.
La mostra si articola in 28 opere – comprese nove tele che misurano cm.150×100 su un unico tema – a documentare un lavoro in cui l’artista ha creato un immaginifico mondo di “donne contemporanee”, interpretate da un simbolico autoritratto che assume ora il sembiante di un saltimbanco ora quello di una maschera tragica e ora infine le movenze di una acrobata o forse una ballerina moderna, opere realizzate con pigmenti naturali, trasferiti direttamente sulla tela dando così vita a una trama pittorica che si intreccia all’ordito dei segni componenti le figure e lo spazio circostante, fino a costituire un singolare testo visivo. I volti di questa donna simbolica propongono volutamente una maschera che vorrebbe rappresentare al tempo stesso un manichino, e dunque un oggetto privo di vita, e un volto di donna fremente di vita, ma trasposto su un piano astraente, una dimensione onirica che ci conduce ai confini della realtà.

La donna – simbolo di Franca Pisani è sempre accompagnata, opera dopo opera, da una piccola frase che suggerisce più complesse chiavi di lettura. Le prime scritture sono apparse sui quadri dell’artista per richiamare l’evento al Centre Pompidou Parigi del 1978, in occasione del quale fu presentata la rivista Album Operozio. In esse vi è pure un richiamo ad incontri vivificanti con alcuni protagonisti della “Poesia Visiva” come Eugenio Miccini, a voler testimoniare un lungo cammino creativo e un proficuo e costante arricchimento vissuto in Firenze e provincia, grazie a un patrimonio di presenze artistiche tutt’oggi non pienamente valorizzato.

“Questa iniziativa – afferma l’avvocato Carlo Poli – è stata subito fatta propria dalla Presidenza della Corte di Appello, dalla dottoressa Paola Belsito, dall’avvocato Rosa Anna Lepore, amministratore del Trust Saulo Sirigatti, dal direttore del Dipartimento della Scienza della salute dell’Università di Firenze professor Pierangelo Geppetti e dal Coordinatore della Sezione Psicologia e Psichiatria del Dipartimento di Scienze della salute, professoressa Cristina Stefanile. Ciò si inserisce in un progetto più ampio, già in itinere da due anni, di contrasto alla violenza che prevede la creazione di uno sportello di ascolto e di primo orientamento per le vittime di abusi da collocarsi all’interno del Palazzo di Giustizia”.

L’artista
Protagonista di mostre collettive e personali sin dal 1977, Franca Pisani ha esposto in varie città italiane ed estere. Il 2014 e il 2015 per l’artista sono stati anni importanti: dopo la personale all’Hamburgher Bahnhof di Berlino, Museo d’Arte Contemporanea, è stata invitata a partecipare con una sua opera alla mostra collettiva “Dietrofront” presso la Galleria degli Uffizi di Firenze. Una sua opera è ora nella collezione degli autoritratti della Galleria degli Uffizi. Ha esposto nell’ambito del Festival dei Due Mondi di Spoleto, nelle Sale di Palazzo Collicola Museo d’arte Moderna e Contemporanea, a Palazzo Pisani di Lonigo (Vicenza). Infine in Expo Milano 2015, nel Padiglione del Principato di Monaco, a cui seguirà una mostra personale a Montecarlo prevista dal 6 al 16 novembre prossimi.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »