energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Fora gomma per borseggiare gli automobilisti, arrestato Cronaca, Notizie dalla toscana

Firenze – Per mettere a segno il furto, secondo quanto ricostruito dagli agenti delle Squadre di Polizia Giudiziaria dei Commissariati “San Giovanni” e “Rifredi”, avrebbe utilizzato una tecnica ben rodata: prima avrebbe forato la gomma anteriore di qualche auto parcheggiata in zona, mentre i conducenti erano a fare la spesa. Poi avrebbe atteso l’arrivo dell’automobilista di turno, pronto ad entrare in azione mentre il malcapitato era impegnato a cambiare la ruota. 

I poliziotti in borghese, che stavano lavorando proprio per identificare il responsabile di un altro analogo colpo avvenuto in zona il giorno precedente con le stesse identiche modalità, si sono insospettiti proprio quando intorno alle 17 in via dei Rastrelli hanno notato due uomini che a breve distanza stavano sostituendo uno pneumatico. Il primo ha sostituito la ruota e si è rapidamente allontanato, il secondo si è alleggerito del marsupio per avere più facilità di movimento, riponendolo sul sedile posteriore. A questo punto il malintenzionato, aspettando il momento più propizio, è entrato in azione: ha aperto lo sportello del mezzo ed ha afferrato l’oggetto con all’interno documenti e denaro contante. Ma non ha fatto i conti con i due agenti in borghese che  lo hanno bloccato mentre stava tentando di allontanarsi con il marsupio rubato sottobraccio. L’uomo, un sedicente 58enne di origine francese già noto alle Forze di Polizia, è finito subito in manette per il reato di furto aggravato. All’interno di una tracolla che portava con sé i poliziotti hanno rinvenuto un coltellino a serramanico e un paio di forbici appuntite, quest’ultime verosimilmente utilizzate per forare la gomma dell’auto della vittima. Durante il controllo è emerso inoltre che anche altre auto – almeno un paio – avevano subito lo stesso trattamento, riportando una ruota anteriore a terra. Gli investigatori stanno ora visionando le immagini di videosorveglianza della zona: non è esclusa l’ipotesi che, dietro questi ulteriori danneggiamenti e l’analogo episodio avvenuto il giorno prima, ci possa essere la stessa mano. Questa mattina, dopo la convalida dell’arresto, l’uomo è finito al carcere fiorentino di Sollicciano in attesa di giudizio.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »