energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Formazione chiave di volta: soldi per aziende che riconvertono o in aree di crisi Breaking news, Economia

Firenze – Semaforo verde per una delibera regionale che mette la formazione del lavoratore al centro della battaglia contro la crisi del lavoro. 

“La Regione intende favorire la formazione dei lavoratori coinvolti in situazioni di crisi collegate a piani di riconversione e ristrutturazione aziendale. Per questo abbiamo stanziato complessivamente 530.000 euro, che potranno essere utilizzati su tutto il territorio regionale, e che sono destinati a rendere più adeguata la formazione dei neo assunti, per un loro migliore inserimento in azienda”. E’ questo intervento il “manifesto” della ratio che sta alla base della delibera,  espressa in una nota dall’assessore regionale alla formazione e al lavoro Cristina Grieco, che la stessa ha portato all’approvazione durante l’ultima seduta della Giunta regionale.

Le azioni previste dal bando che dovrebbe essere pubblicato a breve sono due: riguardano progetti di formazione continua destinati ai neoassunti oppure ai lavoratori che sono già in pianta organica ma sono coinvolti comunque in situazioni di crisi, collegate a loro volta a piani di riconversione o ristrutturazione aziendale. Il bando inoltre riguarderà progetti che prevedo interventi su almeno 5 lavoratori ciascuno.

Grieco FOTO TORRINI“Siamo convinti – continua l’assessore Grieco – che la qualificazione del personale dipendente rimanga l’elemento centrale per la fuoriuscita delle aziende dalle situazioni di crisi e per la loro collocazione in ambiti produttivi che hanno opportunità di sviluppo. Ed è su questo che intendiamo insistere. Del resto occorre sottolineare che siamo già intervenuti nelle aree di crisi complessa, destinando 700.000 euro a quelle livornese e amiatina e 1 milione di euro a quelle di Massa e di Piombino. Il bando che tra breve pubblicheremo rappresenta quindi una prima misura destinata a tutte le aree della Toscana e che potremmo poi finanziare ulteriormente dipendentemente dal raggiungimento dei risultati attesi”.

I progetti potranno essere presentati ed attuati da un singolo soggetto oppure da una associazione temporanea di imprese o di scopo.

 Foto: interno, l’assessore  regionale alla formazione e al lavoro Cristina Grieco

Print Friendly, PDF & Email

Translate »