energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Formazione professionale: serve una riforma regionale Cultura, Notizie dalla toscana

A novembre 2010 la commissione Cultura del Consiglio regionale della Toscana aveva organizzato un’indagine sul sistema formativo professionale toscano. I risultati del sondaggio sui 68 soggetti utilizzati come campione e delle 8 riunioni della commissione regionale sono stati esposti nella seduta di oggi, 7 dicembre, dal presidente della commissione stessa, Nicola Danti (Pd). Secondo la commissione, che ha redatto una relazione per chiedere all’assemblea legislativa toscana una riforma del sistema formativo professionale toscano, dai risultati dell’indagine “Il ruolo delle agenzie formative accreditate e dei centri per l’impiego, l’integrazione tra apprendimento e lavoro, l’educazione degli adulti” si evince la necessità di una nuova governante per le agenzie formative ed i centri per l’impiego della Toscana. «Dobbiamo stabilire – ha dichiarato Danti – un quadro ben definito a livello regionale, a fronte di uno specifico ruolo provinciale nel settore dell’analisi dei fabbisogni formativi». Sul tema della formazione professionale è intervenuto in Consiglio regionale anche l’assessore alle Attività produttive, lavoro e formazione, Gianfranco Simoncini. «Va mantenuto il presidio territoriale sia per la fornitura del servizio formativo che per la rilevazione delle esigenze locali», ha dichiarato l’assessore, ma allo stesso tempo bisogna rendere più efficiente il sistema e ridurne i costi. Le risorse europee, ha continuato Simoncini, non sono sufficienti e la Regione avrà bisogno di un aiuto da parte del Governo se vorrà ancora sostenere il sistema di formazione professionale. La prospettiva della progressiva eliminazione delle Province, ha concluso Simoncini, renderebbe inoltre necessario ridisegnare il quadro delle competenze in tema di formazione professionale e, di conseguenza, rivedere l’assegnazione dei fondi statali in tale ambito.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »