energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Forum Terzo Settore, eletto portavoce il presidente Arci Toscana Mengozzi Società

Firenze – Gianluca Mengozzi, presidente di Arci Toscana è stato eletto portavoce del Forum del Terzo settore che riunisce 20 delle più grandi associazioni regionale di volontariato, di promozione sociale e di cooperazione sociale.  Una nomina che pesa, e che tocca un protagonista preciso, vale a dire il presidente di una delle organizzazioni più numerose in Toscana, proprio come segnale per la volontà di ricercare un ruolo più importante nell’ambito delle attività sempre più affidate al Terzo Settore, vale a dire al volontariato. Del resto, i numeri non sono da poco: sommando i soci delle associazioni che lo compongono il Forum toscano rappresenta oltre un milione di iscritti, praticamente un terzo della popolazione della nostra regione.

 Il vasto tesoro di consapevolezze ed esperienze del terzo settore toscano – ha detto il neoeletto Portavoce del Forum – è inestimabile e deve essere la risorsa per rafforzare le relazioni comunitarie.

Mengozzi h poi sottolineatoa che deve essere particolarmente forte l’impegno per i valori democratici della partecipazione per contrastare le pulsioni solipsistiche e il disimpegno, contribuendo all’animazione sociale tramite il volontariato e la promozione sociale e alla creazione di nuove occasioni di emancipazione tramite il valore del lavoro.

Nel corso dell’Assemblea è stata anche rilevata l’importanza di essere interlocutori delle istituzioni regionale e locali fin dal momento dell’analisi dei bisogni e delle strategie d’intervento perché le espressioni della società civile organizzata hanno capacità di proposta e di realizzazione di azioni per il bene della propria comunità. Ed il bene delle comunità risiede in primo luogo nella tutela dei cittadini che rischiano la marginalità sociale per le nuove e crescenti forme di povertà che la crisi ci riconsegna.

 “Il Terzo Settore toscano – osserva Gianluca Mengozzi – si trova ad affrontare sfide nuove, consapevole di principi ineludibili, quali il valore del lavoro come strumento di emancipazione delle persone, la necessità di uno sviluppo sostenibile, la conferma della garanzia dell’assistenza sociale e sanitaria, lo sviluppo della persona tramite la cultura e lo sport ed il primario interesse di chi vive condizioni di non autosufficienza e disabilità”.

 A proposito della riforma del Terzo settore Mengozzi osserva che bisogna avere chiari dei punti saldi: le radici da cui nascono l’impegno civico e volontà di stare assieme dei cittadini che si costituiscono in associazioni di volontariato, di promozione sociale e in cooperative sociali non hanno bisogno di aggiornamenti o riletture, ma di essere riscoperte, meglio conosciute e comunicate. E discutendo della riforma bisogna essere consapevoli che le leggi debbono facilitare ed agevolare l’iniziativa dei cittadini e non frenare il fermento e la spinta ad associarsi, così tipico della nostra regione.

Il Terzo Settore – ha concluso Mengozzi – deve raccontare e rappresentare in modo più incisivo i propri valori di riferimento alla cittadinanza, in particolare alle giovani generazioni che dimostrano di saper rispondere con serietà ed entusiasmo alle offerte di impegno.

 E per rilanciare l’iniziativa del Forum, sarà elaborato un piano triennale di lavoro organizzato per priorità, moltiplicando le occasioni di confronto sia sulle aree di interesse generale che su problematiche specifiche.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »