energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Fotoreporter preso a pugni. L’Ast: basta aggressioni Cronaca

Firenze – Aggressione subita stamani, 31 ottobre, dal fotoreporter Tommaso Germogli, de La Nazione, che stava facendo un servizio al mercato di Scandicci su assembramenti e rispetto delle norme anti-covid. Tommaso è stato preso a pugni, a quanto pare da un venditore ambulante, ed è stato portato in ospedale, dove gli è stato diagnosticato trauma cranico guaribile in 7 giorni. Sono intervenuti i carabinieri che stanno indagando sull’episodio

Il presidente Sandro Bennucci e tutti gli organismi dirigenti dell’Associazione Stampa Toscana, non senza indignazione, hanno stigmatizzato l’aggressione definendola “gravissima”: “ripropone il rischio al quale sono sottoposti i giornalisti in prima linea. Giornalisti che, anche la notte scorsa, hanno lavorato nel centro di Firenze invaso dalla guerriglia, per raccontare e documentare”.

“L’Associazione Stampa Toscana è scritto in un comunicato – oltre ad augurare una pronta guarigione a Tommaso, il più giovane di una generazione di fotoreporter, rivolge un nuovo appello al prefetto, Laura Lega, e alle forze dell’ordine affinché il lavoro dei giornalisti venga tutelato nel modo dovuto. Ma il sindacato si rivolge anche a politici e amministratori, perché vengano evitati certi riferimenti al mondo dell’informazione, che in momenti delicati come questo possono essere fraintesi, esponendo chi deve lavorare in mezzo alla gente per raccontare, a reazioni vigliacche, scomposte, inaccettabili”.
Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »