energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Fragranze 2018, Firenze diventa atanor dell’olfatto Breaking news, Cultura, Economia

Firenze – Apre a giorni la sedicesima edizione di Fragranze, carica di novità. Tradizione rispettata: con 190 marchi da tutto il mondo, Fragranze mantiene saldi i suoi criteri di ricerca, selezione e grande attenzione alla qualità. Ma anche tante novità: il primo osservatorio su cultura e mercato della profumeria artistica in Italia; il focus sulla Vaniglia e i tesori del Madagascar; la serie di talk di Chandler Burr alla scoperta del pianeta Cina; e il nuovo programma di eventi Firenze – La Città delle Fragranze.

Da venerdì 14 a domenica 16 settembre, Pitti Fragranze è il salone evento di Pitti Immagine che presenta a Firenze le migliori proposte della profumeria artistica globale.

Alla Stazione Leopolda, un osservatorio unico sulle essenze più esclusive, le novità per la bellezza e il benessere, e poi una selezione di linee cosmetiche e accessori sofisticati, proposti da circa 190tra le maison e i brand più qualificati, ma anche dai talenti più interessanti del panorama mondiale. Una selezione ad alto tasso di internazionalità: il 70% dei marchidi questa edizione proviene dall’estero. Pitti Fragranze è anche una consolidata piattaforma di riferimento per l’evoluzione della cultura olfattiva: ogni anno, i nomi di punta del settore e i nasi più autorevoli si incontrano a Firenze per confrontarsi sulle nuove tendenze e sul legame inscindibile tra fragranze e lifestyle oggi.

Il contributo straordinario di MISE e Agenzia ICE

Questa edizione di Pitti Fragranze beneficia del contributo straordinario del Ministero dello Sviluppo Economico e Agenzia ICE, nell’ambito del Piano Speciale 2018-2019 a sostegno delle fiere del Made in Italy. Il contributo è dedicato al potenziamento delle attività di ospitalità, media relations e pubblicità.

“Dove inizia una fragranza e dove finisce?”: il tema di Fragranze 2018

La percezione fisica di un oggetto impalpabile: la fragranza è invisibile finché non si adagia sulla pelle, espandendosi e svelando la sua forma. Che forma ha una fragranza? Quali sono i confini spaziali e la durata di una sensazione, per una materia che è priva di consistenza? Sono questi i temi che hanno ispirato il concept della nuova campagna di comunicazione di Fragranze e il layout di allestimento del salone. I riferimenti sono le opere di alcuni importanti artisti, maestri indiscussi dello spazialismo, che hanno dato vita a rilievi plastici e volumi tridimensionali creati a partire da una superficie piatta. Ma anche i giochi delle luci astratte, in cui lo spazio è reso superficie malleabile. Un tema enigmatico e affascinante, che sarà giocato visivamente dalle forme create dal graphic designer Diego Soprana e messe in scena negli allestimenti dall’architetto Alessandro Moradei.

Pitti Fragranze, salone ad alto tasso di ricerca, selezione e cultura olfattiva

“Pitti Fragranze è diventato edizione dopo edizione il luogo per eccellenza dove scoprire le novità della profumeria artistica internazionale – dice Agostino Poletto, direttore generale di Pitti Immagine – dalle ultime creazioni dei nomi di riferimento del settore, ai prodotti dei marchi emergenti, in una dimensione sempre più lifestyle. Questa edizione conferma i punti fermi del salone: grande selezione e attenzione alla qualità dei prodotti, accanto a uno scouting internazionale di alto profilo. E poi il programma di eventi sulla cultura olfattiva contemporanea, sempre più ricco e sfaccettato, a rendere Pitti Fragranze un osservatorio sui trend più attuali del mondo delle essenze. Speciale cornice per tutto questo è la città di Firenze, che ospiterà un programma arricchito di eventi collaterali, con iniziative dei nostri espositori e progetti promossi da Pitti Immagine. Perché Firenze è sempre più La Città delle Fragranze”.

Ed ora un po’ di numeri.  L’ultima edizione del salone, nel settembre 2017, ha registrato un totale di 2.200 compratori da più di 50 paesi; di questi quasi 700 quelli provenienti dall’estero (in crescita del +2%).

La classifica dei mercati di riferimento del salone vede in testa la Francia, seguita da Russia,Germania,Regno Unito, Spagna,Svizzera, Olanda, Emirati Arabi, Ucraina, Giappone e Stati Uniti.

SPRING: l’area speciale dedicata ai nuovi talenti

L’area riservata ai nomi nuovi, alle linee di fragranze che si presentano al primo appuntamento con il pubblico internazionale e alle nuove realtà sul mercato, per intercettare le esigenze di novità dei buyer più attenti alla ricerca. Ecco i brand della sezione SPRING a questa edizione:

401 E’ Amatrice, 4160Tuesdays, Abel Vita Odor, Alchimista, Atelier Oblique, Bohoboco Perfume, Bon Parfumeur, Bravanariz, CIATU – Soul of Sicily, Francesca Bianchi, Parco1923, Sammarco, Sana Jardin, Sergio Scaglietti, Simone Andreoli Diario Olfattivo, Soul Couture Parfum, Surface, Waters + Wild.

INFLORESCENT – Perfume in Art: l’evento di Olfattorio

Nei giorni di Pitti Fragranze, Olfattorio presenta “Inflorescent – Perfume in Art”, un evento unico che si compone di due percorsi: il primo alla Stazione Leopolda, con la presentazione dei prestigiosi marchi distribuiti da Olfattorio, e il secondo artistico all’Hotel Villa Medici (via Il Prato 42), con una serie di installazioni dedicate a una selezione di marchi; in aggiunta Olfattorio organizza una serie di incontri con i creatori delle sue fragranze presso Olfattorio Bar à Parfums (Via de’ Tornabuoni 6), e venerdì 14 settembre presenterà a Villa Favard sede di Polimoda la lecture di una guest d’eccezione come Nathalie Vinciguerra.
I progetti-evento di Pitti Immagine a questa edizione:

“Cultura e mercato della profumeria artistica in Italia”

Il primo osservatorio del settore della profumeria di ricerca e artistica.

Un osservatorio economico promosso da Pitti Immagine e condotto da HermesLab – società di consulenza e analisi economica – in collaborazione con il Centro ModaCult dell’Università Cattolica del Sacro Cuore Milano, farà il punto sui dati del settore presentando la prima indagine sulla dimensione economica del settore e del mercato in Italia e in Europa.

I primi risultati dell’indagine rivelano un settore in rapida crescita le cui imprese sono oggi chiamate alla difficile sfida del superamento dei confini di un mercato di nicchia.

Una sfida che richiede di assecondare la crescita del mercato e di estendere l’orizzonte su scala globale, ma senza mettere a rischio le caratteristiche identitarie, di creatività e unicità – tipiche delle industrie creative – che definiscono il settore e ne hanno decretato il successo.

 RAW presenta: “Il Madagascar e le sue incredibili materie prime: la vaniglia e altri tesori”, uno speciale talk curato da MANE

La vaniglia racchiude un potere mistico e un forte rimando a uno degli esotici paesi di provenienza, il Madagascar. Per questo RAW il format di Pitti Fragranze che dà spazio alle più importanti materie prime del profumo – rende protagonista questa essenza al centro di tante creazioni della profumeria. A questa edizione, venerdì 14 settembre, alle 10:30 – presso lo Spazio Conferenze della Stazione Leopolda, uno speciale talk / presentazione curato da MANEazienda francese leader mondiale nella creazione di fragranze, gestita dalla famiglia Mane da oltre 150 anni – guiderà alla scoperta della straordinaria ricchezza olfattiva della Vaniglia con un viaggio coinvolgente in Madagascar, principale produttore mondiale di vaniglia, e di altri tesori di quest’isola, come il geranio bourbon e il vetiver. Assieme a Micaela Giamberti (Fragrance Division Director di MANE Italia, Spagna e Portogallo), ci saranno Cyril Gallardo (Mane Ingredients Director EMEA) e Julie Massé (MANE Fine Fragrance Perfumer).

 “Alla scoperta del pianeta Asia” i talk di Chandler Burr

Chandler Burr, uno dei massimi esperti al mondo di fragranze – ormai presenza fissa al salone – giornalista americano e perfume critic per il New York Times, dedica una serie di talk all’Asia, un universo da esplorare e un mercato in grande espansione che per essere avvicinato richiede una conoscenza precisa delle sue regole, dei gusti e delle attitudini dei consumatori, delle fragranze di maggior successo. Ecco il programma dei talk di Chandler Burr e i protagonisti di questa edizione (Spazio Conferenze – Stazione Leopolda):

Venerdì 14 settembre – ore 14:00

“Material Girls: quali sono le materie prime più amate dai consumatori del Far-East?”:un’indagine sulla percezione e sui gusti dei consumatori, con Alex Lee (naso del team creativo fine fragrances di Mane) e Rosaline Lou (creatrice e fondatrice di The Scent Library);

Venerdì 14 settembre – ore 16:00

“Cina e Giappone, istruzioni per l’uso”:incontro incentrato sulle dinamiche del mercato dell’universo olfattivo di due mondi commerciali e culturali profondamente diversi, con la partecipazione di con Lin Lin (CEO del salone China International Beauty Expo), Ramdane Touhami (imprenditore multidisciplinare e ideatore del marchio l’Officine Universelle Buly), Rosaline Lou, (creatrice e fondatrice di The Scent Library).

Sabato 15 settembre – ore 12:00

“Pronti a partire? Asia & You lo scent game interattivo”

Quali sono le caratteristiche che rendono appetibile una fragranza sui mercati del far-East? Lo scopriremo in un gioco interattivo sulla percezione delle materie prime stesse, in cui sarà coinvolta una selezione di espositori di Pitti Fragranze con le loro creazioni, e a cui parteciperanno tutti i guest: Lin Lin (CEO del salone China International Beauty Expo), Ramdane Touhami (imprenditore multidisciplinare e ideatore del marchio l’Officine Universelle Buly), Alex Lee (naso del team creativo fine fragrances di Mane), Arnaud Guggenbuhl (Direttore Marketing di Givaudan Fragranze Europa), Johanna Monange (Global Director di L’Oréal Greater Asia, Creation Design & Innovation Director IFF), Rosaline Lou (Creatrice e Fondatrice di The Scent Library);

Sabato 15 settembre – ore 14:00

“Personal POV: la mia esperienza nel mercato olfattivo del Far East”

Un close-up sulle storie professionali e personali di Johanna Monange (Global Director di L’Oréal Greater Asia, Creation Design & Innovation Director IFF) e Arnaud Guggenbuhl (Direttore Marketing di Givaudan Europa).

La novità di questa edizione:

“FIRENZE – LA CITTÀ DELLE FRAGRANZE”,

il programma di eventi dedicati alla cultura olfattiva che coinvolgono i luoghi di Firenze

I giorni di Pitti Fragranze ospitano un ricco programma di eventi realizzati dagli espositori sia alla Stazione Leopolda che in città. Un percorso olfattivo sempre più coinvolgente che si snoda attraverso musei, giardini, boutique, concept store e altri luoghi di Firenze, e coniuga in maniera unica fragranze e arte, letteratura, botanica.

“Le Vie delle Fragranze”:una mappa speciale per ficcare il naso a Firenze e a Milano

A Firenze e a Milano, il percorso della profumeria artistica per appassionati o semplicemente per curiosi. In occasione di questa edizione di Fragranze, Pitti Immagine pubblica “Le Vie delle Fragranze”, la prima mappa dei negozi e delle boutique dedicati alla profumeria artistica nelle città di Firenze e Milano: una mappa unica e speciale per ficcarci il naso.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »