energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Frana a Cantagallo: temporanea chiusura della SR 325 Notizie dalla toscana

Cantagallo (Prato) – Uno smottamento di fango e sassi, in prossimità di ponte di Colle a Carmignanello (Cantagallo), ha interrotto durante la notte la circolazione della ex regionale 325. La strada è stata prontamente riaperta al traffico, al momento è istituito un senso unico alternato regolato da movieri. Sul posto sono ancora in azione gli uomini e i mezzi della Provincia di Prato e della Forze dell’ordine. Sono intervenuti per un sopralluogo e per verificare l’andamento dei lavori il consigliere provinciale Emanuele Pacini e il sindaco di Cantagallo Guglielmo Bongiorno.

I tecnici della Regione e della Provincia, con la consulenza di un geologo, in queste ore sono al lavoro per valutare le caratteristiche e l’entità dell’importante frana che si è staccata questa mattina, poco dopo le sei, a monte della Strada regionale 325 della Val di Bisenzio, all’altezza di Carmignanello – Ponte di Colle, invadendo la carreggiata (KM 63+00). Al momento si viaggia a senso unico alternato con la presenza di movieri.

TAVOLO D’EMERGENZA – La frana, causata con tutta probabilità dalle piogge di questi giorni, ha un fronte di circa 40 metri e un’altezza di 20. Sulla strada sono caduti massi e e fango che hanno divelto la rete protettiva. E’ attivo un tavolo di emergenza che, con la Prefettura, vede la presenza della Provincia, della Regione, dei Comuni di Cantagallo, Vernio e Vaiano. Questa mattina – nella sala Protezione civile dell’Unione dei Comuni della Val di Bisenzio, a Vaiano – c’è stato un primo incontro per fare il punto della situazione . Erano presenti il consigliere provinciale Emanuele Pacini, l’ingegner Antonio De Crescenzo per la Regione, i sindaci Guglielmo Bongiorno, Giovanni Morganti e Primo Bosi. In queste ore hanno lavorato i Vigili del fuoco, la Protezione civile regionale e quella dell’Unione dei Comuni. Attive per la sorveglianza notturna la polizia stradale e polizia provinciale.

VENERDI’ VERIFICA – L’intervento vero e proprio per mettere in sicurezza il movimento franoso sarà attivato a partire da venerdì mattina. Intanto si sta procedendo con tutte le operazioni propedeutiche relative alla pulizia del tratto e al taglio degli alberi. Il tavolo di emergenza è convocato di nuovo nel pomeriggio di venerdì, nelle ore di svolgimento dell’intervento di messa in sicurezza del fronte franoso, per una valutazione della situazione e degli eventuali e necessari provvedimenti da prendere anche per quanto riguarda gestione del traffico e degli spostamenti nei giorni successivi. Il nodo è rappresentato dalla necessità – da verificare in corso d’opera – di protrarre la chiusura del tratto interessato dalla frana.

DIVIETO AL TRAFFICO STANOTTE E DOMANI NOTTE – Nel corso di questa notte e per tutta la prossima, dalle 23 alle 6 di mattina, il tratto sarà interdetto al traffico privato e sarà consentito esclusivamente l’accesso ai mezzi di emergenza e a quelli pubblici.

CHIUSURA TOTALE AL TRAFFICO VENERDI’ MATTINA – L’intervento sulla frana comincerà, come dicevamo, venerdì mattina. A partire dalle 9 il tratto interessato sarà completamente interdetto al traffico di ogni tipo. I collegamenti in Val di Bisenzio saranno garantiti attraverso la linea ferroviaria e con l’utilizzo, per il raggiungimento delle località a nord della frana, dell’uscita autostradale di Roncobilaccio e di quella di Barberino che consente di raggiungere la SP 1 di Montepiano attraverso la strada di Mangona.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »