energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Francigena: Premio Sigerico a Tajani, Rossi e D’Agliano Notizie dalla toscana

Monteriggioni – Antonio Tajani, presidente del Parlamento Europeo, Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana e Giovanni D’Agliano, dirigente della Regione Toscana. Sono loro le personalità insignite del Premio Sigerico 2019, riconoscimento istituito dal Comune di Monteriggioni per rendere omaggio a coloro che si sono distinti nella tutela, nella valorizzazione e nella promozione della Via Francigena. I nomi sono stati resi noti nel corso del Forum “Comuni in Cammino” dedicato all’antica via di pellegrinaggio, alla sua sesta edizione, ospitato oggi, sabato 2 febbraio nel complesso monumentale di Abbadia Isola e promosso da Comune di Monteriggioni e Associazione Europea delle Vie Francigene.

Il premio – una medaglia bifacciale che rappresenta, su un lato, il simbolo del pellegrino e l’anno di consegna del premio e, sull’altro, il Castello di Monteriggioni visto dalla Porta Romea – è stato ritirato da Giovanni d’Agliano, presente al Forum, e da Stefano Ciuoffo, assessore al turismo della Regione Toscana per conto del presidente Enrico Rossi, mentre Antonio Tajani ha inviato una lettera per ringraziare il Comune di Monteriggioni e l’Associazione Europea delle Vie Francigene per l’assegnazione del premio e per ribadire il suo impegno per la promozione e la valorizzazione degli itinerari culturali, a partire dalla Via Francigena e dal supporto alla candidatura per diventare patrimonio Unesco.

“La candidatura è solida – ha scritto Tajani – e rappresenta una vittoria per tutti noi e soprattutto per l’Europa. Se, un giorno, le forze che preferiscono dividere metteranno a rischio il nostro progetto europeo, a tenerci uniti non sarà l’economia o la diplomazia ma quell’identità che tutti noi dobbiamo difendere senza esitazione. Gli itinerari culturali hanno un potenziale inespresso che viene liberato promuovendo un turismo lento e sostenibile che unisce città, stati e regioni con i loro angoli nascosti di storia, spiritualità, cultura e paesaggi. Un risultato ottenuto anche grazie agli sforzi profusi a livello europeo, nazionale e locale”.

Le motivazioni. Il Premio Sigerico 2019, alla sua seconda edizione, è stato assegnato ad Antonio Tajani, presidente del Parlamento Europeo, “per l’impulso istituzionale dato allo sviluppo della Via Francigena e degli itinerari culturali inseriti nell’apposito Programma del Consiglio d’Europa, con particolare riferimento al periodo 2009-2014, quando ha rivestito l’incarico di Commissario Europeo al Turismo”. Il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, è stato premiato “per aver creduto nel Progetto Francigena in tutti i suoi aspetti, favorendo investimenti significativi da parte della Regione stessa”, mentre il riconoscimento dato a Giovanni D’Agliano, dirigente della Regione Toscana, si fonda sul “fattivo sviluppo del Progetto Francigena nell’ambito della regione, con particolare riferimento al periodo 2010 – 2014 in qualità di dirigente della struttura organizzativa ‘Politiche e incentivi per la qualificazione e sviluppo delle destinazioni turistiche e commerciali’.

Il Forum “Comuni in Cammino”, organizzato da Comune e Associazione Europea delle Vie Francigene, ha coinvolto partecipanti in arrivo da tutti i Paesi attraversati dalla Via Francigena – Italia, Svizzera, Francia e Inghilterra – e si è aperto con lo stato di avanzamento del progetto di candidatura a patrimonio Unesco che nei giorni scorsi ha registrato un significativo passo in avanti con l’iscrizione, da parte del Consiglio direttivo della Commissione nazionale italiana per l’Unesco, della Via Francigena in Italia nella ‘Lista Propositiva nazionale’ (Tentative List).

La crescita del cammino percorso per la prima volta da Roma a Canterbury dall’arcivescovo Sigerico nel 990 d.C. e la sua dimensione sempre più europea sono stati i temi al centro degli interventi di Raffaella Senesi, sindaco di Monteriggioni; Stefano Ciuoffo, assessore al turismo della Regione Toscana; Massimo Tedeschi, presidente dell’AEVF, Silvia Costa, europarlamentare e Stefano Dominioni, Segretario esecutivo dell’Accordo Parziale Allargato sugli itinerari culturali del Consiglio d’Europa. Il Forum, poi, è entrato nel vivo con le esperienze dei piccoli Comuni e delle regioni tocc

Print Friendly, PDF & Email

Translate »