energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Frutti ritrovati, Londa: la Pesca Regina invita alla Festa Ambiente, Società

Londa – Una dolcissima Regina, dalle carni bianche e sode, capace di offrirsi anche nei tempi in cui sue più celebrate sorelle sono ormai venute meno: la storia della Pesca Regina di Londa è una di quelle storie dal fascino antico, discreto come il profumo di questa affascinante protagonista dell’agricoltura londese. Una storia che parte da lontano, dal momento che la Toscana ha da sempre riconosciuto un rapporto particolare con le pesche, inizialmente ritenute frutti ornamentali, introdotte dai Medici nei loro pomarii.

Ma la fortuna della Pesca Regina comincia, ai tempi nostri, negli anni 50 del Novecento, grazie all’intuizione di un coltivatore di Londa, Alfredo Leoni,  la portò alla ribalta del mercato fiorentino. Eppure alcune caratteristiche che ad oggi appaiono come pregi furono ritenuti in quei tempi altrettanti punti deboli: ad esempio, il fatto che le sue delicate e saporose carni siano poco resistenti alla lunga refrigerazione e il trasporto prolungato, pur assicurandone il pregio dei “km zero”. In compenso, le sue qualità sono straordinarie: dal fatto che si tratta di una pesca tardiva, che rimane sul mercato fino a settembre inoltrato, alle sue caratteristiche di resistenza alle principali malattie tipiche del pesco, oltre al fatto che si inserisce in un areale collocato tra i 100 e i 700 metri. L’Appennino toscano da subito si è presentato come zona ideale di coltivazione, con punte fino in Romagna. Del resto, questa particolare cultivàr si inserisce in quel panorama italiano che dal 1990 ha registrato la perdita del  75% della diversità genetica delle colture agricole, secondo i dati Coldiretti del 2014. La Confederazione Italiana Agricoltori parla di un rischio che colpisce più di un quarto degli oltre 5mila prodotti  agroalimentari tradizionali italiani. Una perdita economica stimata in 11 miliardi di euro.

Per onorare la Regina, Londa organizza una festa che si svolgerà dal 9 al” 11 settembre 2016, e che avrà a tema la straordinaria capacità di legarsi ai temi ambientali più urgenti di territori vicini alle città, dove i valori sono rimasti ancorati alle buone pratiche del passato pur nell’ottica dello sviluppo, e di cui la Pesca Regina può essere bene il simbolo.

logo trasparente pesca regina

Simbolo di un territorio che si pone come “ponte” fra molte cose, Londa è un paese della montagna fiorentina che “traghetta” di fatto la metamorfosi fra città e campagna, fra campagna e montagna, fra Toscana e Romagna, fra passato e futuro. Un vero e proprio patrimonio culturale che si esplica nella scelta decisa di presentarsi come “Comune green” portando avanti nuove idee verdi pur rimanendo nella tradizione. Situata nel Parco delle Foreste Casentinesi, deve il suo nome a “l’onda” che si formava alla confluenza dei due torrenti del paese: il Rincine e il Moscia. Nel 1776 divenne Comune per volontà del Granduca Pietro Leopoldo e quindi quest’anno si festeggeranno anche i 240 anni della sua fondazione. Londa è a 39 km da Firenze, 17 da Pontassieve e meno di 100 da Faenza.

scelta delle pesche

Food Contest Pesca & Friends – La pesca è oggi apprezzata da tutti ma “sottoutilizzata”. Con la pesca infatti si possono creare piatti, e non solo dolci,  da gourmet. Per questo accanto alla consueta gara di torte alla pesca che si svolge a Londa durante la festa è stato lanciato il food contest Pesca & Friends al quale hanno risposto i più  seguiti food blogger italiani.  #pescalonda

Programma della Festa

Venerdi 9 settembre

Ore 17.00 Saletta Cappellini: inaugurazione Mostra di Pittura di Marcello Cellai

Ore 18.00 Sala del Consiglio: La pesca di Montagna presentazione del libro di Giacomo Trallori e Celebrazione del 240° anniversario della nascita del Comune di Londa con il Presidente del Consiglio Regionale Eugenio Giani – aperitivo presso il ristorante “La vera Cucina Toscana” da Alexandra & Sergio in piazza della Repubblica 5

Ore 21.30 Serata Giovani al Lago con il Peskijto Party

Sabato 10 settembre

Dalle 8.00 Mercato Km 0 di Resistenza Contadina presso il Ponticino

ore 9.30 Rincine: ritrovo e partenza del trekking sulle montagne del Massicaia con guida escursionistica – pranzo al sacco – rientro circa ore 16.00. Info 348 7375680 Centro Visite del Parco

Dalle 16 Piazza della Repubblica:

stand degli agricoltori per la vendita della Pesca Regina, delle piantine di pesco e di altri frutti antichi

Intortata della Regina, terza edizione del concorso di torte a base di pesca regina o di altre cultivar

Laboratorio del gusto per i bambini: “I sensi di Agnese, la Pesca Londese” invito alla conoscenza sensoriale del frutto emblema del territorio

Ore 18 Centro Visite al Lago inaugurazione de Le Millenarie Foreste Casentinesi, Viaggio nelle foreste vetuste del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna , mostra fotografica di autori vari .

Il Centro Visite del Parco sarà aperto l’intero pomeriggio a partire dalle 15

Dalle 20.00 Piazza Umberto I Cena sotto le stelle a cura di ASD Londa Calcio – durante la serata, in cui saranno presentate le squadre, si svolgerà l’elezione di Miss Pesca Regina di Londa, per incoronare la madrina del frutto per un anno.

Domenica 11 settembre – Ore 7.30 ritrovo al Lago del cicloraduno organizzato dalla UISP Ciclismo IL GIRO DELLA PESCA REGINA ( circuito corto di 22 km, dislivello circa 1000 metri; circuito lungo 40 km, dislivello circa 1.500 metri) . Rientro dei ciclisti al Lago in tarda mattinata per il Pasta Party

Dalle 9.00 per tutta la giornata mercatino km0 e mercatini dell’artigianato lungo le sponde del Lago

Dalle ore 10 al Centro Visita al Lago: degustazione da parte dei giurati delle pesche che concorrono al titolo Pesca d’Argento 2016, dedicato alla pesca Regina e ad altre cultivar

Ore 11.00 Centro Visita dibattito Piccoli agricoltori e normativa regionale, il punto della situazione, intervengono Fiammetta Capirossi e Serena Spinelli, Consigliere Regionale che ha presentato la proposta di legge per lo snellimento delle norme sulla trasformazione dei prodotti agricoli per i piccoli agricoltori

Dalle 15.00 alle 19.00 al Lago ci saranno attività di intrattenimento e di animazione per i bambini con un’area dedicata ai giochi gonfiabili

15.30 partenza del Corteo della Pesca Regina da via Roma, piazzale della scuola: sfilata dei carri delle pesche con il loro seguito di cavalieri e contadini, accompagnati dalle note della marching band Bloco Bandito dal paese fino al Lago

17.00  Contest Pesca & Friends –  Centro Visite: le tre migliori ricette a base di pesca inviate dai più famosi food blogger italiani e selezionate dalla giuria di qualità,  si sfidano dal vivo in un emozionante gara di gusto.

– gara gastronomica di polenta tra le frazioni

Dalle 18.00 Star per una notte, dilettanti in gioco – spettacolo di intrattenimento con balli, canti, scenette e tante risate. Nel corso dello spettacolo ci saranno le premiazioni dei concorsi della Festa della Pesca Regina di Londa: Pesca d’Argento, Intortata della Regina, Gara di Polenta e Food Contest.

Ore 21.00 Spettacolo di Verticalismo, Equilibrist, Fuoco e Giocheria, sulle rive del Lago

Chiude la festa il lancio delle lanterne luminose.

Da segnalare: per domenica 11 in coincidenza del treno che parte da Firenze SMN  alle 8.55 e che arriva alla stazione di Contea Londa alle 9.38 è attivo un bus navetta per Londa.  La navetta riparte da Londa nel pomeriggio alle 18.00 per fare coincidenza con il treno delle 18.12  per Firenze.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »