energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Santa Croce, riportata la formella rubata Cronaca

Firenze –Stamattina verso le quattro, secondo la sequenza ripresa dalle telecamere di sorveglianza, un uomo ha appoggiato qualcosa avvolto in un panno nero alla cancellata di via San Giuseppe, sul fianco della basilica. Del “pacco” si è accorta una guardia giurata durante il suo giro di controllo, che ha dato l’allarme. Sono stati i carabinieri a rinvenirla e restituirla alla basilica. Sono in corso indagini per identificare l’uomo che ha riportato “a casa” il prezioso fregio dalle immagini della telecamera.

E’ dunque finita così l’avventura della formella lignea del 1822 trafugata nella notte fra sabato e domenica dal portone centrale di Santa Croce.  Ma non è cessata l’amarezza, quella che ha fatto chidere dalla presidente dellOpera, Stefania Fuscagni, la presenza di un presidio fisso di forze dell’ordine nell’area della basilica.

Il furto era stato scoperto ieri mattina dal personale dell’Opera di Santa Croce durante il giro di ricognizione solito, attuato ogni mattina prima di aprire la Basilica ai turisti e visitatori. La denuncia era stata fatta immediatamente ai carabinieri mentre erano stati avvisati la prefettura, il sindaco e la soprintendenza. E oggi uno staff composto dal personale tecnico-specialistico e da un restauratore doveva valutare la portata del danno.

Il pannello, che misura 80 centimetri per 30, era stato di fatto divelto dal suo alloggio: la formella infatti è fissata con dei chiodi, che con ogni probabilità erano stati allentati dai ladri in modo da poter asportare l’intero blocco senza danni al fregio pregiato che vi è intagliato sopra. La porta è infatti originale e passò dalla sua antica sede, il Duomo di Firenze per cui fu fatta nel 1822, alla Basilica di Santa Croce per la quale fu riadattata e dove fu reinstallata e inaugurata nel 1903.

L’episodio porta alla ribalta per l’ennesima volta il problema della sicurezza in Santa Croce, uno dei luoghi “sacri” della movida fiorentina. A più riprese ci sono state iniziative e lamentele da parte dei residenti. e proprio Santa croce è uno dei luoghi “sorvegliati speciali” nel piano della sicurezza concordato fra Prefettura, Comune e forze dell’ordine.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »