energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Sul futuro della piazza? La parola ai cittadini Notizie dalla toscana

I pistoiesi sono chiamati a riflettere sulle caratteristiche della piazza Spirito Santo: la presenza del monumento del Forteguerri, la caratteristica aiuola con la palma, la disposizione del mercato bisettimanale. Ed anche sull’eventualità di installare nella piazza altri elementi di arredo, come ulteriori spazi verdi, panchine, fontane, e altro ancora. Fino al 31 dicembre è aperto il forum telematico attivato sul sito del Comune di Pistoia alla pagina http://www.comune.pistoia.it/cgi-bin/forum/forum2006.cgi?tipo=29 oppure su twitter o facebook per tutti coloro che vogliono dire la propria sul futuro della piazza lasciando un’idea, un commento, un suggerimento.
L’Amministrazione comunale di Pistoia ha organizzato già lo scorso 9 dicembre un evento pubblico in piazza Spirito Santo, per quel giorno liberata dalle auto, invitando la città tutta a riscoprire la piazza, a viverla in modo diverso, portando, proprio in questo luogo urbano archetipo della comunità e del dibattito, le proprie idee e suggerimenti per il futuro assetto estetico e la sua futura fruizione. Una giornata di "festa delle idee e delle proposte" dove decine di cittadini hanno scritto e consegnato su di un la propria idea della piazza in questione.
Tutti gli elementi raccolti in queste settimane, spiega la nota del Comune di Pisotia, saranno materiale utile alla stesura di un bando di progettazione per la riqualificazione della piazza cittadina, rivolto a giovani architetti, che verrà pubblicato nel mese di gennaio e che dovrà portare, entro la fine della prossima estate, alla cantierizzazione del progetto vincitore.

L’idea dell’Amministrazione di chiamare la città ad immaginare il futuro della piazza, conclude la nota, nasce dalla volontà di promuovere tra i cittadini una riflessione consapevole sul destino degli spazi comuni, nella certezza che una città più vissuta nella sua quotidianità e più conosciuta nella sua storia, sia anche una città più amata dai cittadini e più curata da chi la vive.

Foto http://rete.comuni-italiani.it/

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »