energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Gara-spettacolo con i green e le buche nei luoghi storici di Firenze Sport

 Uno show unico, originale ed anche un po’ spregiudicato, destinato ad essere ricordato a lungo, a consacrare sempre più Firenze Città Europea 2012 dello Sport. La culla del Rinascimento offrirà la sua storia secolare al golf, trasformandosi nel weekend del 5-6 ottobre in un esclusivo teatro di emozioni e di green in pietra serena, quelli dei palazzi, delle vie, dei monumenti. Questo lo scenario dell’evento clou dell’autunno in Riva all’Arno: Audi in City Golf 2012. Firenze è la tappa finale per chiudere in bellezza dopo il lancio mondiale del 5 aprile con Giulia Sergas sul tee a 77 metri della Torre di Arnolfo. Un’idea vincente in partenza, che vuole portare il golf al grande pubblico, veicolando il progetto con campioni di vari sport, personaggi, ospiti e vip nell’avvolgente magica dimensione di Firenze, trovando in piena sintonia di intenti l’amministrazione comunale con il Vice-Sindaco Dario Nardella che lancia un messaggio forte e chiaro non solo a Firenze ma al Mondo intero. “Firenze ancora una volta sa stupire con un evento unico  Dopo il lancio dalla Torre di Arnolfo ora si scende con i piedi per terra tra piazze, vicoli, giardini e monumenti, del golf tra la gente che diventa popolare e veicolo sociale – afferma Nardella –  La nostra città apre il suo 'cuore' storico allo sport, facendosi conoscere una volta di più agli occhi del mondo per le sue bellezze artistiche, architettoniche e storiche che diventano palcoscenico reale di una gara un po' pazza e fuori dagli schemi, un mix di storia e modernità, di sport e cultura.”
Una Firenze dunque in love per il golf per un intero weekend, quello del 5 e 6 ottobre, con uno spettacolo che invita i fiorentini, le famiglie e igiovanissimi,  a riscoprire la propria città  e offre ai turisti di tutto il Mondo una gara da non scordare: 72 giocatori al via – volti noti del mondo dello sport, della cultura, della moda e dell’imprenditoria – suddivisi in 18 squadre. Partenza shot-gun, ovvero in contemporanea dalle 18 differenti location che toccheranno angoli e scorci tra i più autentici e più fashion, in un percorso ricco di sorprese e che comunque partirà ancora una volta dall’alto: dalla seicentesca Villa Bardini con vista dominante la città prima del “tuffo” nella Firenze storica, capace ancora di contagiare il visitatore con i battiti di una storia antichissima.
Il compito di fare da padrona di casa è affidato sempre alla triestina Giulia Sergas – top-list azzurra a livello mondiale con $ 1.805.747 di premi già intascati dopo l'exploit del 4° posto all'Us Womens Open e premiata con la Pallina Argento dalla  giuria di 150 giornalisti. Giocherà  nella buca finale, quella della Canottieri Firenze, con tutte le 18 squadre di "Audi in City Golf 2012" , e offrirà un’esibizione da virtuosa del gioco.
Sono attesi a Firenze  volti ben noti del mondo dello sport, fra cui i primi sono i  due olimpionici protagonisti dei successi azzurri – il lucchese Albano Pera (commissario tecnico della Nazionale di Fossa Olimpica, medaglia d’argento nel “double-trap” ad Atlanta 1996), e il fondista tedesco Peter Schlickenrieder (argento a Salt Lake City 2002 e prossimo a ricoprire il ruolo di testimonial a Fiemme 2013) – oltre alla “Signora del double trap” Giò Pasello e Marco Selle (ex tecnico della Nazionale di Sci Fondo e commentatore televisivo Rai) Il grande basket sarà rappresentato dal coach italo-americano, fiorentino d’adozione, Rudy D’amico  artefice nel 1981 della storica prima Coppa di Campioni del Maccabi Tel Aviv, icona dello sport israeliano, e prossimo a un ritorno sulle panchine del campionato italiano.Giovedì 27 settembre sarà ufficializzato il percorso di Audi in City Golf 2012 con una piantina illustrativa  sulle 18 buche che si snodano fra le due sponde dell’Arno.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »