energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Gara Tpl: rinviato di 30 giorni il passaggio di beni e personale Economia

Firenze – La Regione Toscana ha deciso di rinviare di 30 giorni tutte le attività previste dal cronoprogramma per il trasferimento di beni, mezzi di trasporto e personale da One scarl (gruppo di imprese che riunisce tutti gli attuali gestori del servizio di trasporto pubblico su gomma in Toscana) ad Autolinee toscane (azienda che si è aggiudicata la gara di appalto a lotto unico regionale per la gestione del servizio di tpl per i prossimi anni).

Ne dà notizia un comunicato della Giunta regionale che congela le polemiche di questi giorni sollevate dal consorzio che ha perso la gara, precisando che il “trasferimento approvato nel rispetto di quanto previsto dall’art. 15 del contratto-ponte attualmente in essere tra la Regione e One scarl”.

La proroga è stata annunciata ieri con una lettera alle due aziende interessate. La decisione attua quanto previsto al momento della definizione del cronoprogramma, come riportato nella prima comunicazione fatta alle imprese il 25 settembre scorso.

Considerato che ad oggi non sono stati pubblicati né il dispositivo né la sentenza che definisce i giudizi pendenti presso il Consiglio di Stato, e che alla data dell’ 11 novembre prossimo è previsto l’avvio delle attività disposte dal cronoprogramma, la Regione ha valutato di posticipare di un mese tutte le attività previste, precisando fin d’ora che il nuovo calendario potrà subire adeguamenti temporali, anche in riduzione, in base alla data di pubblicazione della sentenza.

“Ho appreso con piacere che la Regione Toscana abbia deciso di attendere la sentenza del Consiglio di Stato prima di intraprendere qualsiasi iniziativa relativa al trasferimento dei mezzi da One Scarl ad Autolinee Toscane. Nelle scorse settimane sono stato in contatto sia con l’assessore regionale Vincenzo Ceccarelli che con i vertici di Cap cercando di mediare tra gli interessi di un’azienda importante per Prato come Cap e l’interesse pubblico della gara”.

Commenta così il presidente della Provincia di Prato Francesco Puggelli, la nota dell’assessorato ai Trasporti della Regione Toscana in cui ha annunciato il rinvio di 30 giorni per il passaggio di beni e personale tra le aziende del tpl.

“Siamo soddisfatti – riprende Puggelli – di questo primo risultato ma guardiamo avanti invitando la Regione a proseguire sulla strada della prudenza. Servirà forse non solo un mese bensì attendere i tempi necessari alla giustizia per prendere una decisione definitiva nel pieno rispetto della gara e dell’iter giudiziario in corso. Nel frattempo il nostro compito è continuare a tutelare il trasporto pubblico del bacino pratese che si è affermato anche recentemente come un modello di eccellenza nazionale”.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »