energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Gdf, controlli in nove ditte: solo una regolare Cronaca

Oltre 30 militari delle Fiamme Gialle di Firenze e Prato, insieme ai funzionari della Direzione Territoriale del Lavoro ed Ispettorato del Lavoro di Firenze, hanno effettuato ieri una serie di controlli in diversi capannoni a Lastra a Signa (Fi), Vinci (Fi), Castelfiorentino (Fi) e Prato (zona China Town).

Delle nove ditte controllate nel corso dell'operazione solo una è risultata regolare. In tutte le altre le irregolarità non sono mancate: sono stati scoperti, tra le altre cose, 24 lavoratori in nero, di cui uno clandestino.
Per ben cinque aziende è stata disposta la sospensione delle attività per aver superato la soglia del 20 percento di lavoratori irregolari rispetto al personale assunto. Un cittadino cinese è stato denunciato ed è stato sequestrato un immobile e 10 macchinari da cucito. Le sanzioni già disposte dalla Direzione territoriale del Lavoro ammontano a 55mila euro
Sono infine al vaglio le posizioni fiscali ed amministrative delle società e degli operai, nonché la regolarità dei contratti di locazione delle imprese.

I controlli ai cosiddetti “capannoni alveare”, intensificati nel periodo estivo, dallo scorso giugno a oggi tra Firenze e Prato hanno portato a 16 controlli, con una sola ditta risultata regolare, e al sequestro di otto immobili per un valore di oltre 4 milioni di euro, alla scoperta di 48 lavoratori in nero, di cui sette clandestini. I macchinari sequestrati sono stati 289 e i soggetti denunciati 23, tutti cittadini cinesi. Le sanzioni, infine, superano gli 84mila euro.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »