energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

GE Oil & Gas presenta nuove turbine made in Italy Economia, Innovazione

Firenze –  Due nuove turbine a gas di ultima generazione super efficienti, veri e propri gioielli tecnologici sono stati presentati durante l’Annual Meeting di GE Oil & Gas, evento di riferimento a livello globale per l’industria del petrolio e del gas che ogni anno. Le turbine, presentate attraverso la tecnologia digitale della realtà virtuale, saranno disponibili entro i prossimi due anni.

Due gli elementi chiave che accomunano questi prodotti, informa un comunicato dell’azienda: innanzitutto saranno sviluppati in collaborazione con GE Aviation e testati interamente in Italia dagli ingegneri e dalle maestranze che lavorano negli stabilimenti di Firenze e di Massa Carrara; inoltre saranno progettati secondo l’approccio “GE Store”, un modello di collaborazione virtuosa che sin dalle fasi di progettazione delle macchine vede lavorare insieme gli ingegneri e i tecnici delle diverse aziende dell’universo GE (come la divisione Aviation).

La caratteristiche. LM9000 è una turbina a gas con una potenza erogata di 65MW di derivazione aereonautica: incorpora infatti il cuore del motore a reazione General Electric GE90-115B, modello montato su oltre 200 velivoli Boeing 777 in tutto il mondo. Una macchina in grado di garantire elevatissimi standard di affidabilità, con intervalli di manutenzione più lunghi del 50% e il 20% di potenza in più. Un esempio concreto di applicazione del GE Store e dell’eccellenza raggiungibile con approcci di cross-fertilization tecnologica.

Dotata di tecnologia DLE (Dry Low Emission), sviluppata attraverso l’uso della tecnologia dell’additive manufacturing di GE, la turbina LM9000 si distingue inoltre per il basso impatto ambientale in quanto riduce del 40% le emissioni di ossidi di azoto e non utilizza acqua. Caratteristica particolarmente importante, questa turbina ha costi di gestione più bassi del 20% per i clienti che operano nel settore LNG (gas naturale liquefatto).

NovaLT12 è una turbina a gas flessibile e modulare, progettata per garantire un’alta efficienza e ridurre al minimo i costi di gestione della macchina. Incorpora alcuni componenti (bruciatori) realizzati con le tecnologie più all’avanguardia nell’ambito dell’additive manufacturing (stampa 3D). Testate nello stabilimento di Firenze per i prototipi proprio della NovaLT16, queste tecnologie sono state integrate nei processi produttivi nello stabilimento di Talamona (SO), in considerazione del loro grande impatto sull’ottimizzazione della progettazione delle macchine, della riduzione dei tempi e sulla qualità del prodotto finale.

Con un’efficienza nelle applicazioni di cogenerazione CHP che raggiunge l’85%, la NovaLT12 rappresenta la soluzione all’avanguardia per la produzione di calore ed energia e può aumentare l’efficienza di un impianto industriale riducendo al contempo le emissioni di CO2 e ossidi di azoto.

L’Annual Meeting

I due ultimi gioielli tecnologici sono stati presentati al mercato attraverso l’esperienza immersiva della Virtual Reality e di altri strumenti interattivi di GE Oil & Gas agli oltre 1000 rappresentanti del mercato dell’oil & gas riuniti al Teatro dell’Opera di Firenze il 30 e il 31 gennaio durante il 18° Annual Meeting di GE Oil & Gas.

Durante la due giorni di confronto e discussione si avvicendano sul palco toscano opinion leader, dirigenti e manager delle principali aziende del settore tra i quali Jeffrey Immelt, Presidente e CEO di General Electric, Robert Dudley, Amministratore Delegato del Gruppo BP, Luca Cosentino, Vice Presidente del dipartimento Soluzioni Energetiche di ENI, Claus Hemmingsen, Vice Amministratore delegato del Gruppo Maersk, Martin Craighead, Presidente e CEO di Baker Hughes, Marco Alverà, CEO del Gruppo Snam e molti altri ancora. A fare gli onori di casa come tradizione, Lorenzo Simonelli, Presidente e CEO di GE Oil & Gas.

All’indomani dell’Annual Meeting, mercoledì 1 febbraio 2017, GE Oil & Gas ospiterà presso il proprio Florence Learning Center un’iniziativa promossa con la Regione Toscana dal titolo “Industria 4.0: ricerca e innovazione digitale al servizio del territorio”. Parteciperà anche il Ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda. Insieme al Ministro interverranno il Presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, il Presidente di Nuovo Pignone, Massimo Messeri, che lasceranno poi spazio alla presentazioni dei casi aziendali di GE Oil & Gas ed Elettromar

 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »