energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

GeotermiaSì: “Dai candidati a sindaco sostegno diffuso alla geotermia” Dibattito politico

Firenze – Riceviamo e pubblichiamo la nota del movimento Geotermia Sì

In queste settimane abbiamo seguito con grande attenzione gli interventi dei candidati a sindaco nei Comuni geotermici che andranno al voto il prossimo 26 maggio. Non è un caso che dopo aver lanciato un appello chiedendo a tutti i candidati di esprimere chiaramente la loro posizione sulla geotermia, non abbiamo più scritto niente: ci sembrava corretto lasciare libero spazio al dibattito e ci siamo messi ad ascoltare, con molta attenzione.

Abbiamo riscontrato un sostegno diffuso all’energia geotermica nei vari programmisalvo qualche eccezione, a dimostrazione che c’è consapevolezza sull’importanza che riveste questa risorsa per il futuro dei nostri territori. Ci auguriamo che ciò si traduca nel proseguimento della ritrovata unità, che ha caratterizzato in questi ultimi mesi la maggioranza dei sindaci dei comuni geotermici, e che auspichiamo si possa trasferire anche nelle nuove amministrazioni, considerata l’importanza di alcuni temi ancora aperti, tra i quali la questione degli incentivi alla geotermia.

L’attenzione che in questa tornata elettorale molti candidati hanno riservato alla questione geotermica è un dato che senza dubbio conforta il Movimento GeotermiaSì e fa ben sperare su un futuro possibile per le tante attività economiche che gravitano attorno alla geotermia e per altre – molto importanti – che possono continuare a vivere solo grazie alla risorsa geotermica.

Come abbiamo più volte ribadito l’economia che sviluppa e supporta l’industria geotermica è essenziale per la sopravvivenza delle comunità dell’Amiata, così come delle altre zone geotermiche della Toscana, non solo in termini di posti di lavoro diretti e indiretti, ma anche per le risorse che garantisce ai Comuni geotermici a sostegno di servizi, cultura, opere pubbliche e progetti di sviluppo. Sfatando pericolose prese di posizione diciamo che la geotermia non è dannosa, non fa male ed è una forma di energia pulita e rinnovabile.

Considerare la geotermia una delle attività possibili sul territorio non significa esprimere un consenso ideologico e acritico alla geotermia. Noi del Movimento GeotermiaSì siamo i primi a pretendere garanzie sulla salute e sull’ambiente, perché abbiamo scelto di lavorare e vivere nei territori geotermici. È evidente che siamo interessati alla salute, e a vigilare sulla sostenibilità dello sfruttamento geotermico, così come siamo i primi a pretendere il massimo sulla sicurezza e la tutela ambientale.

Siamo i primi a pretendere, inoltre, delle garanzie sulle collocazioni di nuovi impianti laddove siano evidenti delle criticità. Questo è un passaggio altrettanto fondamentale per salvaguardare la geotermia e l’immagine dei territori geotermici.

Ringraziamo pertanto tutti i candidati che hanno ascoltato e accolto la nostra richiesta di esprimere prima del voto, una posizione chiara sulla geotermia.”

Print Friendly, PDF & Email

Translate »