energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Gianfranco Simoncini ha visitato lo stabilimento di Selex Galileo Società

L’assessore regionale alle Attività produttive, lavoro e formazione, Gianfranco Simoncini, ha visitato oggi, 13 gennaio, lo stabilimento di Campi Bisenzio (Firenze) della Selex Galileo, azienda del gruppo Finmeccanica nella quale risultano ad oggi occupate circa 800 persone. Selex Galileo realizza tecnologie evolute ed è una vera e propria eccellenza nel panorama toscano, ma anche per quest’azienda la crisi si fa sentire. La Regione Toscana, ha ricordato l’assessore, ha da sempre dimostrato grande attenzione per lo stabilimento di Campi Bisenzio in quanto considera importante mantenere sul territorio toscano una simile risorsa. Quella della Regione, ha sostenuto Simoncini, «è un’attenzione che recentemente si è manifestata finanziando due progetti grazie agli strumenti del programma operativo del Fesr ed ai protocolli localizzativi». Questi ultimi hanno permesso a Selex Galileo di sviluppare, con un cofinanziamento regionale, un programma per la creazione di nuovi sensori stellari che mettano in grado di vedere anche le stelle a bassa luminosità e permettano il controllo dell’orientamento del satellite. Grazie al Fondo europeo di sviluppo regionale, invece, il programma “CTotus” ha ricevuto un finanziamento di 700.000 euro per la realizzazione di un sistema di osservazione della Terra dallo spazio. Specializzata nei settori della meccanotronica, della optoelettronica e dell’osservazione spaziale, la sede di Campi Bisenzio della Selex Galileo rischia però di non essere più al centro degli interessi di Finmeccanica e per questo , dopo la visita dell’azienda, Simoncini ha incontrato oggi le Rsu ed i rappresentanti sindacali di Fiom, Fim e Uilm per discutere delle preoccupazioni dei lavoratori dell’azienda in merito alla gara indetta da Asi (Azienda spaziale italiana) per l’assegnazione del programma di osservazione satellitare della Terra. Riferendosi a quanto risposto dal ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Francesco Profumo, ad una lettera del presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, l’assessore regionale ha poi dichiarato: «Il ministro ha risposto in maniera interlocutoria, preannunciando a breve la convocazione di un incontro specifico fra ministero e Regione, al quale saranno invitati anche i vertici di Finmeccanica e dell’Agenzia spaziale italiana». La Regione, ha concluso Simoncini, farà tutto quanto in suo potere per mantenere Selex Galileo sul territorio. Ma mentre l’assessore regionale visitava l’azienda, la Fiom aveva indetto uno sciopero nella fabbrica campigiana. «Spero che si possa tornare – ha commentato Simoncini – ad un clima di corrette relazioni sindacali, da sempre presente in Galileo, quanto mai indispensabile per valorizzare la vocazione dell’azienda e supportarne l’impegno per lo sviluppo, in una fase come l’attuale».

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »