energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Giani alla ex Enny a Cerreto Guidi dove aprirà Balenciaga Economia

Cerreto Guidi – Il Presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, accompagnato dal consigliere regionale Enrico Sostegni, ha visitato questa mattina il grande stabilimento della ex Enny, dove sono in corso i lavori di ristrutturazione in vista dell’apertura del polo produttivo di Balenciaga.

Nel corso della visita, il presidente Giani è stato accompagnato dal Sindaco di Cerreto Guidi Simona Rossetti, dalla giunta comunale e dai consiglieri, alla presenza dei responsabili del gruppo francese Kering a cui si deve il concretizzarsi di un progetto industriale di grande valore per tutto il territorio.

Alla visita ha partecipato anche il presidente dell’Unione dei Comuni del Circondario Empolese Valdelsa Alessio Falorni.  Il Presidente Eugenio Giani ha insistito sull’importanza che la prossima apertura di Balenciaga avrà per il mondo imprenditoriale e produttivo della Toscana, congratulandosi con i responsabili del gruppo per l’investimento e la qualità dello stabilimento che si tradurrà in una significativa ricaduta occupazionale.

Anche il Sindaco di Cerreto Guidi Simona Rossetti ha ribadito, ringraziando Giani per la presenza a Cerreto Guidi, il rilievo di questa riqualificazione.

Questo stabilimento che ospitò la Enny dando lavoro a molte persone di Cerreto ha rappresentato molto per il territorio– dichiara il Sindaco- Vederlo rinascere con un progetto di ampio respiro e di grande portata industriale, è un motivo di forte soddisfazione.

Si tratta di una riqualificazione lungamente attesa e doppiamente importante. Se da un lato è fondamentale il valore simbolico della rinascita di questo ambiente collocato in un contesto così bello, dall’altro è una spinta decisiva sul piano occupazionale. Quello in corso è un vero esempio di rigenerazione urbana ed una grande opportunità per il territorio”. L’inizio dell’attività del polo produttivo di Balenciaga che riguarderà borse, è prevista nei prossimi mesi.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »