energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Giani: “Inserire il diritto alla connettività nello Statuto” Cronaca, Internet

Firenze – “È necessario inserire presto il diritto alla connettività nello Statuto della Regione Toscana. Va considerato a pieno titolo tra quelli ritenuti ormai fondamentali per garantire un adeguato livello di vita di comunità. Del resto si tratta di una delle esigenze più sentite dai cittadini”. È con questo annuncio che il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, ha aperto il suo intervento al dibattito sulla Toscana digitale, una delle prime iniziative della prima giornata dell’internet Festival di Pisa.

Giani ha poi ricordato che ben 125 Comuni toscani su 270 hanno problemi di connessione in parte del loro territorio. 

Ed è stata, significativamente, scelta proprio la prima giornata per la firma dell’accordo tra la Regione Toscana e Infratel per lo sviluppo del wifi in tutte le aree della Toscana.

Ad apporle sono stati il presidente della Regione  Eugenio Giani, presente l’assessore regionale alle infrastrutture digitali, Stefano Ciuoffo, e Marco Bellezza, amministratore delegato di Infratel, la società in-house del Ministero dello Sviluppo Economico, che  fa parte del Gruppo Invitalia ed è il soggetto attuatore dei Piani Banda Larga e Ultra Larga del Governo.

“È uno dei cardini del nostro impegno nella direzione di una sempre migliore connettività – ha ricordato l’assessore Ciuoffo – è costante, perché ancora oggi ci sono aree che necessitano di una maggiore copertura del segnale e questo accordo con Infratel serve ad ampliare la rete Wi-Fi Italia a copertura delle aree pubbliche del territorio regionale. Da oggi sono sia i Comuni che le strutture sanitarie a poter  richiedere la strumentazione adeguata per rafforzare le reti pubbliche esistenti, contribuendo a rendere concreto il principio di “Toscana diffusa” e valorizzando la qualità dell’offerta turistica regionale”.

La Regione promuoverà infatti, attraverso i propri canali istituzionali e altre iniziative dedicate, il coinvolgimento e la partecipazione degli Enti Locali al progetto. Inoltre, a livello locale, fornirà supporto ad Infratel Italia nel coordinamento delle attività di realizzazione e sviluppo del progetto.

L’obiettivo è quello di consentire a cittadini e turisti di connettersi gratuitamente ed in modo semplice ad una rete Wi-Fi libera e diffusa su tutto il territorio nazionale attraverso l’app WiFi.Italia.It.

La realizzazione del progetto è non prevede oneri a carico del bilancio regionale.

Infratel si occuperà infatti della fornitura, dell’installazione, della configurazione e, per tre anni, della gestione dei nuovi access point da distribuire alle Amministrazioni che aderiranno a titolo gratuito all’iniziativa.

Ad oggi sono 4.260 i Comuni sul territorio nazionale che hanno aderito al progetto. I nuovi dispositivi saranno integrati alla rete già esistente, e la Convenzione avrà durata fino al 30 giugno 2024.

La Convenzione descrive le modalità di attuazione del progetto “Wi-Fi Italia” relativamente all’attivazione di nuovi punti di accesso Wi-Fi sul territorio regionale e all’integrazione di reti Wi-Fi pubbliche già presenti, al fine di incrementare il numero di Comuni aderenti al progetto in coerenza con gli obiettivi fissati a livello nazionale.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »