energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

“Giglio d’oro”: la grande festa del ciclismo Sport

Firenze – Domani lunedì il mondo del ciclismo vive una giornata ormai storica. Al Meridiana Country Hotel di Pontenuovo Calenzano è in programma la cerimonia per la consegna del “Premo Giglio d’Oro”, riservato al miglior ciclista della stagione. Dunque un evento festoso, atteso, importante che si ripete, ormai, da ben 43 anni.

Per il 2016 il premiato è il 27enne Giacomo Nizzolo, cioè un campione emergente che quest’anno ha vinto pure il campionato italiano su strada per il quale riceverà pure un riconoscimento.

Ma nel corso della elegante cerimonia, promossa da sempre da Saverio Carmagnini, con il patrocinio del Gruppo Toscano Giornalisti Sportivi, saliranno sul palco dei premiati altri personaggi.

Vincenzo Nibali a cui andrà il “Premio al vincitore del Giro d’Italia 2016”; Gianni Moscon, quale rivelazione dell’anno 2016, che è il destinatario del “Memorial Gastone Nencini”; l’attuale commissario tecnico Davide Cassani per ricevere il “Premio Gino Bartali”.

Nella lista dei premiati anche un personaggio del calcio a cui è stato attribuito il “Premio Alfredo Martini”. Si tratta di Maurizio Sarri, attuale allenatore del Napoli, un valdarnese che da giovane ha gareggiato nel ciclismo con la maglia dell’Olimpia Valdarno di Montevarchi.

Il “Premio Franco Ballerini” andrà a Francesco Moser; mentre quello riservato ai giovani emergenti è stato assegnato allo junior Samuele Battistella (Veloce Club Breganze). C’è un altro giovane alla ribalta cioè l’esordiente Tommaso Dati (Ciclistica San Miniato-Santa Croce) che riceverà il “Memorial Tommaso Cavorso”, premio istituito nel ricordo di un promettente esordiente di Vicchio travolto ed ucciso in allenamento da un’auto.

Ed ancora. Il “Premio alla carriera dirigenziale” a Carlo Franceschi del G.S. Mastromarco di Pistoia (ha ospitato, tra l’altro, nella propria abitazione Vincenzo Nibali fino dai tempi in cui l’attuale campione era junior); infine il “Premio speciale olimpiadi” a Yuri Chechi definito il “re degli anelli” per aver vinto le olimpiadi della ginnastica nel 1996 ad Atlanta (USA).

Circa 200 gli ospiti tra i quali molti personaggi anche fuori dello sport. Lunga la lista dei rappresentanti del mondo delle due ruote. In testa Renato Di Rocco, presidente della Federazione Ciclistica Italiana e tanti ex campioni come Paolo Bettini, Maurizio Fondriest, Roberto Poggiali, Fabrizio Fabbri.

In sala pure la mitica Marina Romoli ed i familiari di Gastone Nencini, Gino Bartali, Franco Ballerini ed Alfredo Martini. La cerimonia, avrà inizio alle ore 11, e sarà condotta dai giornalisti Francesco Pancani e Antonio Mannori.

Foto: Giacomo Nizzolo sul gradino più alto

Print Friendly, PDF & Email

Translate »