energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Ginevra Di Marco in concerto ad “Aspettando Metarock” Spettacoli

Prosegue la tre giorni all’insegna del reagge e della musica d’autore organizzata dal Metarock in collaborazione con l’associazione universitaria Diritti a Sinistra, con l’anticipazione primaverile dello storico festival che si svolge nella città della Torre a fine estate e che da oltre venticinque anni richiama migliaia di persone. Solo nell’ultima edizione il Metarock ha raccolto oltre 20mila spettatori. Dopo l’apertura di sabato con il trip hop-reggae-dub dei Casino Royale, l’appuntamento clou si svolgerà domenica con il concerto di Ginevra Di Marco, ex Csi e cantante delle Stazioni Lunari. L’artista fiorentina ha visto tra gli ultimi lavori “Canti, richiami d'amore” e le rappresentazioni con Margherita Hack de “L’anima della Terra vista dalle stelle”, con la regia di Andrea Salvadori, musicista e produttore discografico. E ad aprire il concerto della Di Marco sarà la band emergente dei Sara dei Vetri, rivelazione e vincitrice dell’ultimo Premio Ciampi, che proporranno le canzoni de “Le piccole cose”, l’introspettivo ep uscito alla fine del 2011 che ha visto la stretta collaborazione proprio di Salvadori.

E la collaborazione va avanti anche con un Premio Ciampi che sta vivendo un periodo di crisi dopo i pesanti tagli al comparto culturale degli ultimi anni in Italia. A mobilitarsi per il prestigioso concorso, che comunque ha aperto il bando 2012, artisti del calibro di Luciano Ligabue, Piero Pelù, Renzo Arbore, Bandabardò, Carmen Consoli e Paola Turci.

L'ultimo appuntamento con “Aspettando Metarock” sarà lunedì 30 con il collettivo reggae dei Roots United, band di punta nel panorama reagge, che offrirà una reinterpretazione dei brani dell’immortale Bob Marley. Con loro ci saranno anche Ciscomanna dei Working Vibes e Aliroots, nuova promessa del reggae femminile.

L’ingresso ai concerti, che si svolgeranno presso l’area del “Two Beach” nel quartiere del Cep alla periferia nord-ovest della città lungo l’Arno, sarà sempre gratuito. Per chi fosse sprovvisto di mezzi sarà possibile arrivarvi con la navetta, anch’essa gratuita da Piazza Garibaldi alle ore 20, con rientro dalle 24 alle una.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »