energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Giocatore del Vicchio fa verde Antognoni Sport

Nel nutrito numero di riunioni di pugilato di fine settimana occhi puntati su quella a Caldine (Fiesole) perché fra i dieci matches in programma c’era quello che vedeva il debutto di Alessandro Antognoni. Il 30enne figlio di Giancarlo, campione e “bandiera” della Fiorentina, appassionato di boxe aveva deciso di esibirsi in un match vero, di provare le emozioni del ring, dopo tanto lavoro nella palestra della Samurai Fight Club Firenze. Purtroppo per lui è stato un esordio disastroso. Ha subito fin dall’inizio la superiorità di Adama Camara, un vivace e dinamico ivoriano, 19enne, calciatore nella squadra di Vicchio. Per Antognoni, insomma, è stata una vera sofferenza.
  All’inizio della seconda ripresa centrato da una serie di colpi finiva al tappeto. Dopo il conteggio dell’arbitro, Antognoni riprendeva, ma appariva sempre più in difficoltà. Dopo 1’57” dall’inizio del terzo round di nuovo colpito da una serie di ganci, Antognoni, appoggiato alle corde, veniva di nuovo contato dall’arbitro. Finito quel conteggio, il figlio del mitico numero dieci della Fiorentina, abbandonava la lotta e lasciava avvilito e deluso il ring.
   Degli altri incontri di particolare bellezza quello tra Mohammed Obbadi (Accademia Fiorentina), una splendida speranza della nostra boxe ed il tenace Moreno Iacovino (Abruzzi). Vittoria ai punti del fiorentino pugile completo.
  Successi anche di Mattia Palermo (Accademia Fiorentina) su Marcu Ionut (Abruzzi); di Michael Esteban (Boxe Mugello) su Giovanni Di Michele (Abruzzi); di Riccardo Paoletti (Accademia Fiorentina) su Alexandru Ciupitu (Boxe Mugello).
  Positivo esordio del fiesolano Niccolò Bonaiuti che ha superato ai punti l’abruzzese Emanuele Risdonne; affermazioni di Nicola Ferri (Abruzzo) contro Lorenzo  Birmanti (Boxe Mugello); di Giovanni Preziosi (Accademia Fiorentina) su Riccardo Proietti (Abruzzo) e dei bolognesi William Vignoli e Eno Gjelostrai rispettivamente contro Luca Platinia (Accademia Fiorentina) e Stefano Ramundo (Abruzzi).

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »