energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Giornalista del Tg1 pubblica un libro sulla Costa Concordia Notizie dalla toscana

In 220 pagine Alessandro Gaeta, giornalista della Rai che attualmente è inviato per le trasmissioni Tv7 e Speciale Tg1, tenta di rispondere ai grandi interrogativi del più grande disastro marinaresco dopo il Titanic, il naufragio della Costa Concordia. Gaeta si chiede se, oltre a quella di Schettino, esistano altre responsabilità nel disastro del 13 gennaio e se la contrapposizione fra Schettino e De Falco, rispettivamente incarnazione del male e del bene nella vicenda del naufragio, non sia soltanto una costruzione giornalistica. Perché la nave si trovava così sottocosta nonostante la Guardia Costiera disponga di una strumentazione capace di segnalare ogni minima deviazione delle rotte prestabilite? Perchè sulla Concordia non tutte le apparecchiature hanno funzionato come avrebbero dovuto? L'organizzazione dei soccorsi è stata davvero impeccabile come si è  voluto rappresentarla? La nave si è piegata sul fianco destro per un difetto di fabbricazione? Queste alcune delle domande alle quali tenta di rispondere il volume "Il capitano e la Concordia", alla redazione del quale ha collaborato, fra l'altro, anche il contrammiraglio Salvatore Schiano Lomoriello, attualmente in congedo ma un tempo comandante dei porti di Napoli e Salerno. Uscito a stampa per l'editore Anordest, "Il capitano e la Concordia" è uno dei primi volumi d'inchiesta sulla tragedia della Costa Concordia. Almeno in attesa che Schettino pubblichi il suo volume. Un volume che, si può tristemente prevedere, sarà un bestseller.

Foto: http://www.society.ezinemark.com

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »