energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Giornalisti e mafia, continuano le minacce a Paolo Borrometi Cronaca

Firenze – L’ultima, ieri. L’ultima di una serie di gravissime minacce di morte che raggiungono da tempo il giornalista Paolo Borrometi, siciliano, 31 anni, collaboratore dell’agenzia Agi, direttore del giornale online di Modica “La spia”, autore di articoli e inchieste che toccano sul vivo mafiosi e affari di mafia. Tanto sul vivo, che il giornalista è costretto a vivere sotto scorta, continuamente minacciato e dopo che un’ aggressione fisica gli ha provocato una menomazione permanente a una spalla. Borrometi, per il suo impegno,  ha ricevuto a luglio il “Premio Mediterraneo 2015” istituito vent’anni fa dalla Fondazione Mediterraneo e da istituzioni internazionali, per la categoria “Legalità”.

La Fondazione Caponnetto, in un breve e incisivo comunicato firmato dal suo presidente Salvatore Calleri, ricorda le minacce continue di cui l’ultima, ribadiamo, risalente a ieri. “La Fondazione Caponnetto – scrive il presidente Calleri – si pone al suo fianco in modo pratico portandogli da un lato la propria totale solidarietà e dall’altro invitando i propri parlamentari di riferimento ad intervenire con forza a tutela del giornalista Paolo Borrometi. La Fondazione Caponnetto non tollererà alcuna sottovalutazione della situazione da parte di chi deve tutelare la vita di ogni giornalista che è minacciato dalla mafia”.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »