energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Giornata di protesta per i lavoratori toscani Notizie dalla toscana

Lavoratori in protesta a Pistoia e Viareggio (Lucca). Nella località di mare a manifestare sono stati i pescatori. Per contestare l’aumento dell’Iva ed il rincaro del gasolio, infatti, hanno deciso di non far uscire in mare i loro 80 pescherecci. L’aumento dei costi del carburante, hanno spiegato i pescatori viareggini, fanno sì che uscire in mare sia una vera e propria rimessa. Alcuni di loro hanno addirittura chiesto alla Guardia costiera di riportare la notizia della loro protesta al Governo, così che da Roma si possa cercare una soluzione ad una situazione, la loro, che sta divenendo davvero critica. Sempre a Viareggio 35 taxi si sono fermati di fronte alla stazione ferroviaria ed hanno esposto cartelli che li indicavano come fuori servizio. La protesta si inquadra nello sciopero nazionale dei tassisti indetto contro le liberalizzazioni volute dal Governo Monti. A Pistoia, invece, hanno protestato circa 800 lavoratori di Ansaldo Breda e delle aziende dell’indotto. Dopo un’assemblea iniziata alle 10.30 di oggi, 23 gennaio, gli operai hanno dapprima bloccato gli accessi all’autostrada, quindi si sono diretti alla stazione ed hanno impedito ad un treno regionale di ripartire dallo scalo pistoiese. La protesta degli operai di Ansaldo Breda è diretta contro gli esuberi decisi dall’azienda che produce materiale rotabile nel quadro del nuovo piano industriale. Alle 14.30 il corteo era atteso in Municipio per un incontro con i membri del Consiglio comunale.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »