energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

La giornata in omaggio a Gino Bartali Cronaca, Sport

Firenze – E’ iniziata in modo splendido, al museo di ciclismo Gino Bartali di Ponte a Ema, la giornata di oggi, 18 luglio, in omaggio al centenario della nascita dell’indimenticabile campione fiorentino. E’ iniziata con la visita del vescovo di Firenze Giuseppe Betori. L’eminenza si è soffermato davanti a tutte le biciclette, sono un centinaio, e gli altri cimeli esistenti al museo mostrando interesse ed una incredibile competenza ciclistica.

Intorno al vescovo tante personalità tra le quali Andrea Bresci, presidente dell’Associazione Amici del museo, organizzatore della “giornata del centenario” Luigi e Biancamaria figli di Gino Bartali; Eugenio Giani in rappresentanza del Coni, mentre il Comune di Firenze era rappresentato dall’assessore allo sport Andrea Vannucci con il gonfalone e le chiarine.

Ed ancora il sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini alcuni ex corridori tra i quali Michele Dancelli e Roberto Poggiali; don Marco della Chiesa di Ponte a Ema; il professor Marchi, che è stato il medico di Bartali, e tanti sportivi alcuni arrivati pure da Bologna.  Conclusa la visita del vescovo Betori protrattasi per tre quarti d’ora, una folta rappresentanza dei presenti – naturalmente con Luigi e Biancamaria in testa – si è recata nel vicino cimitero per rendere omaggio alla tomba del grande campione scomparso il 5 maggio del 2000.

Davanti alla tomba (circondata da quelle dei genitori e della consorte di Bartali) un pensiero, un ricordo, ma niente fiori per rispettare quella che è stata a suo tempo la volontà espressa del campione.  Rientrati al museo è stata inaugurata la mostra di pittura con una quarantina di opere sul tema “Bartali ed il ciclismo”. E nel primo pomeriggio quella di moto e biciclette dei mestieri d’epoca, una trentina di “pezzi”, allineati in Via Chiantigiana nel tratto confinante con il museo. Mostra curata da Marco Paoletti.

Quindi è stata la volta della presentazione del libro del fiorentino Giovanni Castagnoli : “Bartali su strada più forte di tutti”. Poco fa cioè alle ore 19 una quarantina di auto d’epoca sono partite dal Museo per raggiungere Piazzale Michelangelo e rientrare a Ponte a Ema; molto applaudita l’esibizione di Giuliano Calori superman del ciclismo estremo (si è esibito sul piazzale del museo su una bicicletta senza manubrio). Subito dopo la sfilata del corteo storico del Comune di Bagno a Ripoli. E stasera fino a notte sulla terrazza del museo “cena sotto le stelle” con 130 commensali.

Domani sabato altra iniziativa. E’ fissata una pedalata storica aperta a tutti i ciclisti, in sella a biciclette datate, sulle strade del circondario e del Chianti che hanno visto tantissime volte Bartali in allenamento. Le iniziative per il centenario di Bartali avrebbero dovuto concludersi domenica con una
granfondo per amatori dedicata appunto a “Ginettaccio”. Ma purtroppo, dopo dodici edizioni, quest’anno non è possibile organizzarla per motivi tecnici (e per l’insufficiente numero di iscritti). Forse avrà luogo a settembre.

Intanto domani sabato i dilettanti sono a San Giusto Valdarno (Arezzo) nel Trofeo Martiri di Ozeno organizzato dall’US. Fracor di Levane; mentre i giovanissimi gareggeranno a Cerreto Guidi (Firenze).

Domenica dilettanti a confronto a Bacchereto di Carmignano nel 58° Giro del Montalbano. Sono 152 gli iscritti, il via alle ore 13,30. Gli juniores a Poggio a Caiano nella classica Coppa Giulio Burci giunta alla 70° edizione. 150 gli iscritti; il via alle 9,30.

Gli allievi a Vaggio di Reggello nel Piccolo Giro della Valle del Resco; artenza ore 15,30 ed a Casalguidi (Pistoia) nella 55° Coppa Caduti di Casalguidi; partenza ore 15.

Due corse anche per esordienti. Una a Civitella in Val di Chiana. Il via per la prova dei tesserati del primo anno (ore 15,30, quelli del primo anno; ore 17 quelli del secondo anno. L’altra gara a Legri di Calenzano. Partenza ore 9,15 ed ore 19,45.

Infine sempre domenica appuntamento per le donne, categoria èlite, a Vaiano per il 12° Trofeo Alberto Vannucci. Km. 88. Il via alle ore 15.

Franco Calamai

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »