energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Giornate di arresti per la polizia fiorentina Cronaca

Giovedì 1 dicembre la polizia stradale di Firenze aveva notato due camion sospetti con targa romena che viaggiavano in direzione di Firenze sulla superstrada Fi-Pi-Li. All’altezza di San Miniato (Pisa) gli agenti hanno fermato i due veicoli ed immediatamente il conducente di uno dei tir si è dato alla fuga nei campi adiacenti la superstrada. L’altro, invece, è stato bloccato dai poliziotti ed arrestato. Nella notte fra il 22 ed il 23 novembre scorso, due malviventi avevano rubato copertoni e materiale per autocarri e trattori in un’azienda di pneumatici di Fornacette (Pisa). Nel colpo erano stati sottratti alla ditta pisana circa 200.000 euro di materiali. Il conducente del camion è stato arrestato con l’accusa di aver preso parte al furto nell’azienda di pneumatici. Si tratta di un romeno di 34 anni con diversi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio ed è stato trasferito in carcere. All’interno dei due camion, infatti, gli agenti della polizia stradale hanno trovato 36 pneumatici da autocarro, diverse taniche di benzina e gasolio, ed una serie di arnesi atti allo scasso. Nella notte di ieri, 2 dicembre, i carabinieri di Pistoia hanno arrestato, poi, altri quattro giovani romeni che avevano tentato di rubare 380 capi di abbigliamento nella Coop di Agliana (Pistoia). i quattro giovani avevano tentato di calarsi nel supermercato pistoiese con delle corde, scendendo per circa 10 metri e risalendo lungo una parete in modo da schivare i sensori del sistema di allarme. A Firenze, invece, la polizia ha arrestato oggi, 3 dicembre, un peruviano di 43 anni che ha minacciato la ex convivente strappandole di mano il cellulare ed afferrandola per la gola. L’uomo, protagonista dell’aggressione in viale Gramsci, è stato fermato dagli agenti in piazza Oberdan ed è finito in manette con l’accusa di rapina aggravata. Sempre nella mattinata di oggi la polizia fiorentina ha denunciato, per possesso ingiustificato di strumento atto ad offendere, un cittadino polacco di 53 anni che girava con un machete nascosto nello zaino ed ha restituito. Restituita, infine, al legittimo proprietario un’auto il cui furto era stato denunciato 3 giorni fa da un cittadino fiorentino. La vettura è stata ritrovata dalla polizia in viale Paoli. Dal carcere fiorentino di Sollicciano, invece, arriva la notizia che un detenuto ha aggredito negli scorsi giorni un secondino. A rendere noto l’ennesimo episodio di violenza avvenuto nel carcere fiorentino è stato il Sappe, il sindacato autonomo di polizia penitenziaria. Il detenuto sarebbe un cittadino albanese che aveva appena concluso un periodo di isolamento dovuto ad una rissa nella quale era stato coinvolto pochi giorni fa, e nella quale aveva fra l’altro aggredito due agenti di polizia penitenziaria.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »