energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Giorno del Ricordo in consiglio comunale, intervento del professor Pupo Breaking news, Cronaca

Firenze – Giorno del ricordo, oggi in consiglio comunale si celebra la giornata in ricordo della tragedia giuliano dalmata e dell’orrore delle foibe. Una tragedia dell’umanità che va di pari passo con tutte le tragedie della violenza e delle ideologie della morte, al di là delle strumentalizzazioni che vengono regolarmente fatte nei giorni in cui queste esperienze strazianti vengono riportate a galla per commemorarle. In consiglio, la relazione storica del professor Raoul Pupo, docente di Storia Contemporanea presso l’Università di Trieste.

Una relazione che si basa sulla questione dell’eradicazione dell’italianità che, secondo il docente, venne programmata scientificamente e attuata dalla dirigenza titina. Interessante anche la sua lettura del patto per l’integrazione della minoranza italiana nel dopoguerra, che, secondo il professor Pupo, fu attuata nel senso di due rivoluzioni: da un lato, quella dell’eliminazione della parte “borghese” italiana, dall’altra, quella della rivoluzione sociale ed economica che individuava gli “italiani buoni e onesti” in quella parte che rappresentava l’omogeneità di pensiero e sentire “di classe” del gruppo italiano. Vale a dire, contadini poveri e classe operaia triestina. Il resto, era da non integrare. Epperciò, da buttare.

Insomma un pezzo di storia complesso, in cui le atrocità vanno dall’italianizzazione forzata di quelle terre negli anni del fascismo, a quella della eradicazione dell’italianità (infoibamenti compresi) da parte della repubblica titina. Una storia che gronda sangue e che nessuno, da nessuna parte politica, deve arrogarsi il diritto di cancellare. Per nessuna delle terribili tragedie che le ideologie di morte, dal nazifascismo alle dittature comuniste alle dittature teocratiche, portano con se’.

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »