energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Giovani e Ort, il grande amore si rinnova Società

Un impegno che l'Orchestra Regionale della Toscana porta avanti dal 1998: formare i giovani dei licei di Firenze e dell'area metropolitana all'ascolto. Un obiettivo appagato dal successo: ogni anno i giovani frequentatori del Teatro Verdi per i concerti classici arrivano a 430 mini-abbonamenti che significano 2.150 presenze. Partire ad esempio dalle melodie di Vasco Rossi per scoprire i temi musicali che emergono dalla letteratura classica, e al contempo dare la consapevolezza che la storia della civiltà ha un suono, una colonna sonora e non è afona. Molti gli obiettivi posti e raggiunti da un lavoro certosino realizzato con Marco Mangani, musicologo attento alle tematiche giovanili, uomo di cultura e esperto didatta. L’Ort ha ottenuto che la musica entrasse nelle scuole come disciplina tra le altre a corredo della storia dell’arte, della filosofia e della scienza. Ragazzi dunque preparati guidati da insegnanti illuminati e curiosi di approfondire una materia estranea agli insegnamenti scolastici.

Domani al Teatro Verdi (martedì 13 novembre alle ore 16) docenti e allievi saranno tutti insieme in teatro e all’incontro sarà presente, oltre a Marco Mangani, il presidente della Fondazione Ort Claudio Martini appassionato di musica e che guida i vertici della Fondazione e il direttore artistico dell’Ort, Giorgio Battistelli, che svelerà la struttura della programmazione artistica: quali sono i criteri che stanno alla base delle scelte dei direttori, dei solisti, e dei brani musicali; l’estetica che ispira il calendario della Stagione Concertistica. Saranno presenti i licei fiorentini Michelangiolo, Dante, Capponi-Machiavelli, e il Liceo Agnoletti di Sesto Fiorentino.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »