energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Giovedì 22 marzo Idee per la sera

Oggi alle ore 18.30 al Centro di Cultura Contemporanea Strozzina Lecture di Marco Biraghi "Il Ground Zero dell’architettura".
Il recente Ground Zero Memorial inaugurato a Manhattan, nel luogo in cui sorgevano le Twin Towers, ripropone il tema della cosiddetta architettura simbolica, capace di rappresentare oltre che di assolvere alle proprie funzioni. Come già in altre occasioni, è emersa la difficoltà di elaborare linguaggi condivisi, espressi attraverso forme nelle quali l’intera comunità possa riuscire a identificarsi. Sembra essere proprio questa l’utopica sfida alla quale gli Stati Uniti – più che gli stati europei o del resto del mondo – sembrano continuamente volersi sottoporre: essere una comunità, nonostante lo sfrenato individualismo, riunirsi sotto un’unica bandiera, nonostante tutte le diversità che li attraversano.
Marco Biraghi insegna Storia dell’architettura contemporanea al Politecnico di Milano. Tra le sue pubblicazioni più recenti: Progetto di crisi. Manfredo Tafuri e l’architettura contemporanea (Marinotti, Milano 2005), Peter Eisenman. Tutte le opere (con P.V. Aureli e F. Purini, Electa, Milano 2007), Storia dell’architettura contemporanea 1750-2008 (Einaudi, Torino 2008). Ha curato l’edizione italiana di Delirious New York di Rem Koolhaas (Electa, Milano 2001) e raccolte di scritti di Henri Focillon, Ezio Bonfanti e Reyner Banham. Ha inoltre curato con Alberto Ferlenga l’opera in tre volumi Architettura del Novecento (Einaudi, 2012).
INGRESSO LIBERO
Palazzo Strozzi, Piazza Strozzi, Firenze

 

Stasera alle ore 21.00 si inaugura al Teatro delle Arti di Lastra a Signa KING LEAR di William Skakespeare.
Lo spettacolo replicherà domani sera alla stessa ora e successivamente al Teatro Le Laudi di Firenze e al Teatro Comunale di Bucine, i costumi in scena sono creazioni di Alessandra Jane.
Teatro delle Arti, c/o Cinema Teatro Moderno, Via Matteotti, 5 Lastra a Signa ( Fi)

 


Stasera alle 21.15 presso il Ridotto del Teatro si terrà un incontro, a ingresso libero, con Nico Gori, brillante clarinettista e sassofonsita,  nonchè membro del Politeama Pratese MusicLab assieme a Mirko Guerrini, Dario Cecchini, Leonardo Pieri, Gabriele Evangelista e Andrea Melani.
Sarà un appuntamento divulgativo in cui si vuole sperimentare un nuovo modo di parlare di musica, portando davanti al pubblico un approccio più informale all’analisi e al pensiero musicale. Non una lezione quindi, nè tantomeno una conferenza, ma una chiacchierata di approfondimento a tema libero, fra due persone che hanno fatto della musica la propria ragione di vita e la propria professione.
Il pubblico, potrà partecipare intervenendo con domande e proponendo degli argomenti perstimolare e tenere viva la discussione. La conversazione spazierà dalle problematiche legate alla professione, al rapporto tra artista e pubblico, dal problema "moderno" della comunicazione emotiva fino ad arrivare ad approfondimenti monografici veri e propri, senza però mai scendere in tecnicismi incomprensibili ai non musicisti, mantenendo il tono della discussione comprensibile a tutti.
I protagonisti di questa prima serie di incontri sono i membri stabili del Politeama Pratese Musiclab, tutti musicisti professionisti, alcuni di loro con una carriera pluridecennale alle spalle che potranno quindi parlare anche della loro esperienza di musicisti professionisti all'interno del panorama regionale toscano e nazionale prima e internazionale poi. Un modo per gli spettatori per conoscere meglio e più approfonditamente i membri del sestetto residente del Ridotto del Politeama Pratese.
Ingresso libero
Per informazioni e prevendita: Teatro Politeama Pratese – Via G. Garibaldi 33 – PRATO Tel. 0574/603758  Fax  0574/445580
e-mail: teatro@politeamapratese.com www.politeamapratese.com

 

In corso

 

Fino al 31 marzo Moda fra analogie e dissonanzenuovo allestimento espositivo
Galleria del Costume Palazzo Pitti, Piazza Pitti, Firenze

 

Fino al 15 aprile Il Risorgimento della maiolica italiana: Ginori e Cantagalli – oltre cento capolavori dell'artigianato artistico fiorentino.
Orario: Lun – Mar – Mer 10 – 14; Ven – Sab – Dom 10 – 18. Chiuso giovedì
Museo Stibbert, via Frederick Stibbert 26, Firenze


 

Fino al 15 aprile LE STANZE DEI TESORI. MERAVIGLIE DEI COLLEZIONISTI NEI MUSEI DI FIRENZE. Esposizioni dedicate all’artigianato artistico fiorentino e all’epoca d’oro dell’antiquariato e del collezionismo con il titolo collettivo "Le stanze dei tesori".
Palazzo Medici Riccardi – Museo Stibbert – Museo Bardini – Museo Horne – Palazzo Davanzati http://www.stanzedeitesori.it/

 

 

Fino al 20 maggio Duffy The Photographic Genius. Retrospettiva di Brian Duffy, famoso fotografo di moda.
Il Museo Nazionale Alinari della Fotografia presenta la prima retrospettiva completa di Brian Duffy, l’uomo che rivoluzionò il modo di fare immagini di moda.
Orario: tutti i giorni compresi festivi 10,00 – 19,30, chiuso mercoledì
MNAF – Museo Nazionale Alinari della Fotografia – Piazza S.M.Novella – Leopoldine 14/a rosso -Firenze

 


Fino al 16 giugno Consilioque manuque. La chirurgia nei manoscritti della Biblioteca Medicea Laurenziana.
Consilioque manuque è il motto della Académie Royale de Chirurgie, fondata a Parigi nel 1731, che apriva la strada alla chirurgia come disciplina accademica.
Il percorso, ordinato cronologicamente, testimonia, attraverso i manoscritti laurenziani, lo sviluppo della chirurgia, dalla traumatologia della Grecia antica, presente nei poemi omerici, ai trattati del Corpus Hippocraticum, alla chirurgia romana, con il De medicina di Celso e la Naturalis Historia di Plinio, al bacino del Mediterraneo con le opere tradotte dall’arabo di Avicenna e Albucasis.
Orario: lunedì – sabato: 9.30 – 13.30 domenica: chiuso
Biblioteca Medicea Laurenziana, Piazza San Lorenzo  9, Firenze

Fino al 30 giugno Cristalli. La più bella mostra di minerali al mondo alla Specola di Firenze
Orario: 9.30-16.30 chiuso lunedì Biglietto mostra intero 6 euro, ridotto 3 euro Per informazioni: http://www.mostracristallifirenze.it/index.php

 

 

Fino al 15 luglio American Dreamers. Realtà e immaginazione nell’arte contemporanea americana.
Esiste ancora il sogno americano? Qual è il suo possibile futuro in un’epoca in cui la promessa di felicità e di prosperità economica sembra scontrarsi con una realtà che esclude fasce sempre più larghe della popolazione?
La mostra propone opere di undici artisti contemporanei americani che utilizzano fantasia, immaginazione e sogno per costruire possibili mondi alternativi di fronte alla realtà sempre più complessa e difficile del presente. Per alcuni la costruzione di mondi fantastici costituisce la propria personale critica alla società contemporanea; per altri ciò permette di creare soluzioni alternative in cui ritrovare significati e valori che sembrano ormai persi.
Alcune opere condensano l’essenza del reale in sistemi miniaturizzati, altre si espandono nello spazio creando mondi alternativi con cui lo spettatore è chiamato a interagire, altre ancora si nutrono di figure oniriche e fantastiche o riflettono su temi simbolici come la casa o la famiglia o su immagini del mondo dei media, ancora oggi centrali nella costruzione del mito dell’American way of life.
Artisti: Laura Ball, Adrien Broom, Nick Cave, Will Cotton, Adam Cvijanovic, Richard Deon, Thomas Doyle, Mandy Greer, Kirsten Hassenfeld, Patrick Jacobs, Christy Rupp
Orario: martedì-domenica 10.00-20.00 / giovedì gratuito 18.00-23.00
Centro di Cultura Contemporanea Strozzina – Fondazione Palazzo Strozzi, Palazzo Strozzi, Piazza Strozzi, Firenze

 

 

Fino al 9 settembre Un po' artigiani, un po' pionieri. Pier Esclapon de Villeneve e la fotografia pubblicitaria a Firenze tra il 1970 e il 1990
Spazio Mostre Ente CRF, Via Bufalini 6
Fino al 9 settembre 2012 –
Orario: 10-13; 15-19 – Ingresso libero – Info  055.5384001 http://www.entecarifirenze.it 

Print Friendly, PDF & Email

Translate »