energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Giovedì 24 ottobre Idee per la sera

Cinema/Teatro “Garibaldi” di Scarperia 
“In direzione ostinata e contraria”, il Festival dedicato alla poesia e alla musica di Fabrizio De Andrè, organizzato dall'Associazione Culturale Arzach, che torna dopo due anni di assenza. Tre serate interamente dedicate alla figura ed all'opera del grande artista genovese, visto come una delle figure più luminose della cultura italiana del '900, con un programma articolato su più motivi di interesse.

L'esordio giovedì 24 ottobre alle 21:15 con in pratica una "prima": “Se fossi Fabrizio”, lo spettacolo di teatro-canzone che vedrà protagonista Enrico Maria Papes, è stato fino ad oggi presentato solo alla rassegna "Lunatica" di questa estate ed in un indimenticabile spettacolo/incontro con i detenuti del carcere di Marassi a Genova.
Enrico Maria Papes, indimenticata voce dei “Giganti”, salirà sul palcoscenico di Scarperia con un testo di Duccio Parodi, ed insieme a lui ci saranno l’attore Riccardo Monopoli ed il pianista Giampaolo “Pape” Gurioli. I biglietti per la serata inaugurale del festival sono acquistabili anche in prevendita presso la libreria Mondadori di Borgo San Lorenzo e la Biblioteca Comunale di Scarperia.

 

Tender Club
via Alamanni, 4 – Firenze – ingresso concerto 5 euro – a seguire ingresso libero
Ladies and gentlemen, from Portland, Oregon…
GHOST TO FALCO
Supporter ARBOREA
After-show dj-set: Disorder Dj – ingresso gratuito

 

Certi saliscendi emotivi, sia strumentali che vocali, non possono non far pensare a una versione 'storta' di Jeff Buckley. O se vogliamo risalire la corrente, a un Bonnie “Prince” Billy più elettrico e destrutturato, a uno spartito dei Dirty Projectors che prende il volo…

 

Reminiscenze che affiorano giovedì 24 ottobre al Tender Club, quando sul palco prenderà posto Ghost To Falco, il progetto di Eric Crespo, trentenne di Portland dedito a un cantautorato rock umbratile e nervoso, una forma canzone che si trova e si perde,  tra arrangiamenti stranianti e digressioni abrasive.

In definitiva, una di quelle chicche che l'underground statunitense è ancora in grado di sfornare… E che trova sponda proprio nel Belpaese, visto il rapporto che lega il nostro con l’etichetta modenese Fooltribe, la stessa che in questi giorni da’ alle stampe il nuovo album “Soft shield” (eccolo qua https://soundcloud.com/ghost-to-falco/sets/softshield/s-bTyaU).

Atmosfere limpide e implosive, una carica slowcore che aleggia senza mai dichiararsi definitivamente, post-punk e schegge di free jazz. Il tutto con un occhio al filosofico dilemma fra coscienza ed esistenza… Crespo ha diviso palchi e collaborato con band come Deehroof, Xiu Xiu, Casiotone For The Painfully Alone, Parenthetical Girls e Au. Nella versione a tre con cui approda sulle scene italiane c’è anche Dana Valatka (ex Jackie-O-Motherfucker e ora AU) alla batteria.

E siccome al buon Eric piace dividere le cose belle con gli amici, dagli States porta anche gli Arborea, duo composto da Buck e Shanti Curran (voce, percussioni, banjo e chitarre). Vengono dagli Appalachi, nel Maine e si sente: folk british intriso di psichedelia e sperimentazione, un barlume di antichità  mischiato ad avanguardie ancestrali. Presentano il nuovo album  "Fortress of the Sun". That’s all folks!

 

Teatro Goldoni – Firenze
Il Magico Elisir è una produzione destinata alle scuole per l’anno scolastico 2013/2014, in programma al Teatro Goldoni (per 6 recite dal 23 al 26 ottobre 2013), frutto di una rinnovata collaborazione fra il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino e Venti Lucenti, ancora alle prese con la riduzione, un po’ rivoluzione, di un capolavoro del teatro lirico, L’elisir d’amore di Gaetano Donizetti, titolo che, a distanza di poche settimane, sarà in scena al Teatro Comunale per 6 recite dal 15 al 21 novembre 2013.

Due produzioni dunque, quella per i ragazzi e quella per gli adulti, concatenate, l’una di seguito all’altra, senza soluzione di continuità, secondo una staffetta che in modo analogo regolerà altre attività didattiche nei prossimi mesi, legate al calendario ufficiale del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino.

 

Il capolavoro di Donizetti viene riproposto per i più piccoli nella splendida cornice del Teatro Goldoni; le vicende di Adina, Nemorino, Belcore e primo fra tutti Dulcamara, vero protagonista di questa versione dell’opera, saranno interpretate da giovani cantanti insieme a simpaticissimi attori e marionette. Si tratta di una mise en scène estremamente suggestiva e divertente, fatta di leggerezza, ironia, ma anche passione e sentimento, centrata su temi, che molto hanno a che fare con i timori e le aspettative di un pubblico giovane: l’autostima, le incertezze dei sentimenti e la determinazione con cui vengono vissuti, la voglia di credere per forza in qualcuno (che magari si rivelerà un ciarlatano) o in un mezzo magico, che di colpo realizzi i nostri sogni.

 

Istituto Francese di Firenze
Giovedì 24 ottobre ore 20 La Trahison (2005) di Philippe Faucon, con Vincent Martinez, Ahmed Berrhama, Cyril Troley, Walid Bouzham, Medhi Yacef, Mehdi Idriss, Patrick Descamps, Luc Thuillie. (VO con sottotitoli in francese). Tratto dall’omonimo romanzo di Claude Sales (Paris, Le Seuil, 1999), segue l’evoluzione dei rapporti di un gruppo di soldati dell’esercito francese stanziati in un piccolo e sperduto villaggio algerino durante la Guerra d’Algeria.
Il film è presentato nell’ambito del progetto I conti con la storia. Conflitti e memorie dei conflitti nell’Europa del Novecento, ideato da Circolo Vie Nuove e Istituto storico della Resistenza in Toscana e dedicato al rapporto tra storia delle violenze ai civili, politiche della memoria e istanze di giustizia in diversi paesi europei, in programma dal 14 ottobre all'11 novembre ed è associato all’incontro Il fardello della Repubblica. La Francia tra Vichy e l’Algeria, con interventi di Patrizia Dogliani e Andrea Brazzoduro, in programma il 21 ottobre ore 21 al Circolo Vie Nuove, ad ingresso libero.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »