energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Giubbotto di marca a 10 euro, parte l’assalto della folla Cronaca

Piumini di marca e prezzi stracciati: irresistibile cocktail da sogno, specialmente in tempi di crisi, che ha portato una vera e propria folla ad accalcarsi stamattina 26 novembre in via de’Calzaiuoli in attesa dell’apertura di Coin, la famosa catena commerciale che ha operato il lancio.
La celebre via fiorentina si è svegliata presto, per il rumore della gente che affollava i cancelli del negozio per l’iniziativa “Democratic Napapijri”, che consisteva nella vendita di un giubbotto Napapijri (uno degli hit della moda) a soli 10 euro.
Un vero e proprio assalto di circa mille persone che ha bloccato via de’ Calzaiuoli fin dalle prime luci dell’alba in attesa che i cancelli si aprissero alle 11.00 come programmato. D’obbligo il numerino di prenotazione. Così molte persone hanno fatto una fila di ore per sentirsi poi dire, una volta raggiunta l’agognata prima tappa del traguardo, di tornare a casa per esaurimento dei biglietti numerati.
Sbigottito, un cittadino guarda la folla stando in disparte, una mano sulla bicicletta.  “Incredibile – esordisce Sandro, l’osservatore sbalordito – In Tempi in cui, in tutte le città del mondo, la gente scende in piazza per protestare contro la crisi economica, qua in via dei Calzaioli, un fiume di gente si sottopone a rimanere in coda per ore, sperare di poter entrare e solo per un giubbotto di marca. Sarebbe stata un’ottima cosa se la gente avesse risposto all’iniziativa boicottandola”.
Invece …. Invece sono intervenuti i vigili urbani per sedare bollenti spiriti e impazienze; lamentele anche da parte dei dipendenti di coin, che hanno parlato di truffe e di persone tornate più volte a comprare dopo aver rivenduto la merce appena acquistata all’uscita dal negozio. Insomma una grande confusione in cui qualcuno, anche con tanto di numerino, è rimasto senza giubbotto Napapijri.
La scena fiorentina d’assalto popolare si è ripetuta allo stesso modo a Milano e in altre città italiane.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »