energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Giuliano Amato presenzia a due convegni delle Università di Pisa e Siena STAMP - Università

Settimana densa d’impegni per Giuliano Amato, noto uomo politico e presidente della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. Amato presenzierà infatti, assieme ad altre importanti figure della vita politica ed universitaria italiana, alla tre giorni del X° Convegno annuale del CoDAU di Calambrone (Pisa), che si terrà fra il 20 ed il 22 settembre al Green Park Resort. L’ex presidente del Consiglio dei Ministri interverrà sul tema dell’autonomia delle Università italiane. “Finita la stagione dell’autonomia?” è, infatti, il titolo del ciclo di incontri pisani, ai quali interverranno anche l’ex ministro dell’Economia Giulio Tremonti, la vicepresidente della Regione Toscana, Stella Targetti, il presidente del CRUI, Marco Mancini, il presidente del CUN, Andrea Lenzi, il presidente del’ANVUR, Stefano Fantoni, ed il direttore generale del MIUR, Daniele Livon. Rettori, direttori generali, direttori amministrativi e dirigenti degli Atenei italiani si confronteranno per fare il punto sulla trasformazione dell’Università italiana a seguito dell’attuazione della cosiddetta “riforma Gelmini”. Dal 21 al 23 settembre, poi, si terrà a Pontignano, in provincia di Siena, il XX° Convegno organizzato da British Council (l’ente britannico che si occupa delle relazioni culturali), Ambasciata Britannica in Italia, Università di Siena, St. Antony’s College di Oxford, Comune di Siena, Provincia di Siena, Camera di Commercio di Siena, Fondazione Monte dei Paschi di Siena. Anche in questo caso sarà presente Giuliano Amato, stavolta in veste di presidente del convegno assieme  a Chris Patten. Dopo aver analizzato gli effetti dei cambiamenti climatici sul nostro pianeta (nel 2007), la trasformazione delle identità nazionali (nel 2008), la crisi globale (nel 2009), il posto dell’Europa nel mondo (nel 2010) e la democrazia ed il gradimento della politica (nel 2011), quest’anno a Pontignano verranno trattati i rapporti fra Italia e Gran Bretagna. Ad aprire i lavori sarà un ospite davvero di eccezione, ossia il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.

Foto: http://www.multimedia.blogosfere.it

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »