energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

GKN e legge delocalizzazioni, lavoratori in assemblea con i giuristi Breaking news, Cronaca

Firenze – Legge sulla delocalizzazione, al netto delle polemiche che ha scatenato fra il presidente nazionale di Confindustria Bonomi e la viceministra Todde prima attrice della bozza del disegno di legge (https://www.stamptoscana.it/gkn-blitz-a-sorpresa-dei-lavoratori-a-confindustria/), i lavoratori della GKN non stanno a guardare. Stasera infatti, giovedì 26 agosto, si terrà davanti ai cancelli della fabbrica occupata dal 9 luglio (data in cui con mossa a sorpresa il fondo finanziario Melrose fece partire il licenziamento collettivo via mail) alle 20.30, si terrà assemblea con l’area dei giuristi progressisti. Tema, la legge sulle delocalizzazioni. Sottotitolo, scirtto dai lavoratori: “Per una legge antidelocalizzazione che non sia scritta sulle nostre teste, ma con le nostre teste”.

“La proposta sulla legge la facciamo di fronte ai cancelli, per prepararci a difenderla nelle piazze”, scrivono in un post, annunciando l’evento, sulla pagina Facebook Collettivo di Fabbrica-Lavoratori GKN, i lavoratori.
All’assemblea parteciperanno: Associazione Nazionale Giuristi Democratici, Ce.In.G Centro studi di iniziativa giuridica Abd El Salam, Centro Studi Diritti e lavoro Pierliuigi Panici (Giuristi Democratici e Comma 2), Danilo Conte (Ceing, Centro Studi Diritti e Lavoro), Piergiovanni Alleva (Università di Ancona), Paolo Solimeno (Giuristi Democratici), Massimo Capialbi (Giuristi Democratici), Una giurista del telefono rosso di Pap. l’assemblea si avvarrà della collaborazione di Alessandra Algostino (Università di Torino), Giovanni Orlandini (Università di Siena, Centro Studi Diritti e Lavoro), Silvia Ventura (Comma 2), Claudio De Flores (Università della Campania, Ceing).
Intanto, giunge anche una nuova convocazione dal Ministero del Lavoro, insieme alla Regione Toscana e all’Agenzia regionale per l’impiego, per martedì 31 agosto. La convocazione chiama oltre all’azienda, Federmanager e Mise, i sindacati (Fim, Fiom e Uilm) oltre naturalmente Regione Toscana e Arti.
Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »