energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Gkn, Salvetti: “Legge va scritta con la testa degli operai e non sulla loro testa” Cronaca, Notizie dalla toscana

Campi Bisenzio – Una legge contro le delocalizzazioni scritta con la testa degli operai e non sulla loro testa. A ribadirlo è Dario Salvetti, Rsu della Gkn, dopo l’assemblea dell’altra sera davanti ai cancelli dello stabilimento campigiano dove i lavoratori della fabbrica, in presidio permanente dal 9 luglio scorso, quando improvvisamente via mail sono arrivate le lettere di licenziamento per tutte le maestranze, hanno cominciato a scrivere la loro proposta assieme a un gruppo di giuristi progressisti.

Se veramente si vuole una legge anti-delocalizzazione – ha detto Salvetti (nella foto)– deve prevedere che lo stato dichiari nulli i licenziamenti e che costringa chi se ne va a garantire la continuità produttiva dello stabilimento. Senza queste due sanzioni fondamentali chi prepara questa legge lo fa per smantellare questa lotta e non per tradurla in legge”. All’incontro hanno partecipato l’Associazione Nazionale Giuristi Democratici, il Ce.In.G Centro studi di iniziativa giuridica Abd El Salam, Centro Studi Diritti e lavoro, Pierliuigi Panici (Giuristi Democratici e Comma 2), Danilo Conte (Ceing, Centro Studi Diritti e Lavoro), Piergiovanni Alleva (Università di Ancona), Paolo Solimeno (Giuristi Democratici), Massimo Capialbi (Giuristi Democratici), Una giurista del telefono rosso di Pap: con la collaborazione ulteriore di Alessandra Algostino (Università di Torino), Giovanni Orlandini (Università di Siena, Centro Studi Diritti e Lavoro), Silvia Ventura (Comma 2) e Claudio De Flores (Università della Campania, Ceing).

Intanto continuano le iniziative a sostegno della lotta dei lavoratori. Stasera alle 20, sempre davanti ai cancelli della fabbrica, l’annunciato concerto che chiude “l’agosto di lotta degli operai” in vista poi delle ulteriori iniziative che si stanno organizzando per settembre. Sul palco ci saranno Banda Bassotti IVANOSKA, Malasuerte Fi Sud e altri gruppi dell’hinterland fiorentino. E a proposito di iniziative, si stanno preparando mobilitazioni in concomitanza con la prima udienza davanti al giudice del lavoro, il 9 settembre prossimo, per comportamento antisindacale dell’azienda come annunciato a fine luglio dal segretario generale Cgil Maurizio Landini. Una grande mobilitazione è poi in programma sabato 18 settembre in vista del completamento della procedura di licenziamento per i 422 operai della Gkn che scade il 23 settembre. Infine il 31 agosto il nuovo tavolo convocato dal Ministero dello sviluppo economico sulla vertenza, da cui però aggiunge Salvetti “i lavoratori non si aspettano nulla, è un incontro tecnico che serve ad introdurre la fase amministrativa”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »