energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

“Gli Alluvionati e il loro Sindaco”, al via la mostra a Casa Bargellini Cultura

Firenze – È stata inaugurata stamani, nello Studio di Piero Bargellini (via delle Pinzochere 3, Firenze) la mostra “Gli Alluvionati ed il loro Sindaco, testimonianze inedite nello studio di Piero Bargellini”. Curata da Annegret Hoehler e Gregorio Nardi, curatore dell’Archivio di Piero Bargellini, l’esposizione è organizzata in collaborazione con l’Associazione Nazionale Case della Memoria e con la Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Toscana.

In mostra a Casa Bargellini, fino al 13 novembre, materiale inedito, non solo emozionante per lo speciale significato simbolico, ma anche utile per comprendere il rapporto tra i cittadini e il loro sindaco in quei tragici giorni: lettere, documenti, fotografie, testimonianze dalle carte inedite del sindaco dell’Alluvione.

La mostra è dedicata al ricordo di Bernardina Bargellini Nardi, che fino all’ultimo giorno di vita l’ha preparata con cura. Non mette al centro l’Alluvione, ma i suoi protagonisti: i fiorentini, soprattutto quelli poveri, che si videro portar via dall’acqua i mezzi di sostentamento. La loro voce riemerge da centinaia di lettere indirizzate al sindaco e conservate nell’Archivio di Piero Bargellini, insieme ai suoi diari e a quelli della moglie Lelia. Vi si leggono parole come queste: “Signor Sindaco non sono abituato ad elemosinare, però in questo momento non vedo altra via d’uscita che rivolgermi a Lei e chiederLe di aiutarmi. Se crederà opportuno farlo, La prego di scavalcare le tante forme burocratiche, perché altrimenti tutto sarebbe inutile”. “Abbiamo perduto tutto – scrive un altro fiorentino – casa, macchina, bottega, ma non il coraggio. E quest’ultimo ci è venuto in particolar modo da lei signor Sindaco, che, ogni giorno vedevamo passare ora sereno, ora accigliato. E ci dava questa sua presenza l’impressione che tutti noi fossimo suoi figli e lei come un buon padre corresse a confortarci, a tirarci fuori da questa orribile melma, che in poche ore ha distrutto anni di sacrifici e tutti i nostri sogni.” 

Vicino alle lettere, non mancano in mostra i libri della biblioteca di Bargellini, alcuni ancora coperti di fango, le dediche di Soffici o di Bontempelli, le lettere di Lisi e le poesie di De Pisis e molto altro.

In programma anche la presentazione di due pubblicazioni. La prima ripropone (in versione ampliata) il volume “L’Alluvione di Piero Bargellini” di Polistampa, un dettagliato resoconto dell’avventura del Sindaco narrato dalla figlia Bernardina e corredato di ricca documentazione. La seconda pubblicazione è il nuovo libro “Voci dall’Alluvione, lettere al Sindaco Piero Bargellini e sua moglie Lelia, 1966-67” curato da Annegret Hoehler ed edito dalla casa editrice CDeV. Quest’ultimo raccoglie una selezione delle centinaia di lettere di alluvionati indirizzate al loro Sindaco: straordinari documenti nei quali i fiorentini cercano un interlocutore, un testimone, descrivono lo stato della famiglia, della casa, del lavoro e invocano soccorso. Seguirà, sempre a Casa Bargellini, domani,  domenica 30 ottobre (ore 16) una visita speciale per i soci dell’Associazione con la presenza dei curatori Gregorio e Annegret in collaborazione con l’Associazione Nazionale Case della Memoria.

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »