energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Gli appuntamenti del fine settimana al Tender di Firenze Spettacoli

Firenze – Fine settimana tutto da scoprire al Tender Club di Firenze (via Alamanni n. 4) con il concerto dei Soviet Soviet venerdì 21 novembre e dei Pussywarmers (CH) e dei Tiger Forest (SWE) sabato 22 novembre.

Venerdì 21 novembre 2014 – ore 22,30
SOVIET SOVIET

Una delle band rivelazione dell’indie italiano ed una formula d’ingresso davvero innovativa. Tutto al Tender Club di Firenze, venerdì 21 novembre. Cominciamo da loro, i Soviet Soviet. Vengono dalla florida scena marchigiana e trafficano con suoni e atmosfere post-punk 80. Joy Division e Cure, per fare un paio di nomi, ma niente amarcord: l’attitudine è in perfetto stile terzo millennio. Rispetto ai primi vagiti – sono insieme dal 2008 – i riff di chitarra paiono adesso più taglienti, il basso s’illumina di toni profondi, sostenuto da ritmi costanti e incisivi. E ci sarà un motivo se per l’album di debutto, “Fate”, si è scomodata un’etichetta newyorkese, la Felte Sound. Per non parlare dei tour oltre confine – Europa, America, Messico – e degli opening act ai redivivi Pil di John Lydon e agli Horrors. Arrivano a Firenze a cavallo del “Crowd Tour 2014”. E qui sta la novità. Il biglietto non si compra (solo) alla cassa ma in crowdfunding su http://gigfarm.com. Si parte da 8 euro e si può scegliere tra varie formule, per portarsi a casa anche cd, t-shirt, art-work… Insomma il concerto lo organizza il pubblico. E dopo? E dopo gli amici Gnappo e F. Gallea dal Covo Club di Bologna. Se la vedranno con Fritz Orlowski: tutti in consolle a mischiare rock/pop e altri ballabili.

Sabato 22 novembre 2014 – ore 22,30
Annibale Night

PUSSYWARMERS (CH)
Tiger Forest Cat (SWE)
After-show dj-set: Dr Lorenz & Le Mueck

Un marchio, una garanzia: la notte di Annibale segna punto d’incontro tra l’omonimo festival psichedelico e lo staff Reality Bites. Niente di strano che sabato 22 novembre in quel del Tender a risuonare sia il postcolonial rock’n’roll dei Pussywarmers, un amore di band che viene dalla Svizzera. Hanno all’attivo tre album che i nostri dicono “sfuggire ad ogni definizione” e in un lustro abbondante non si non lasciati scappare una-occasione-una per suonare: matrimoni e funerali, club e pub, teatri e musei, feste marinaresche e regate piratesche, festival busker e resort sciistici, ascensori, bagni pubblici, vascelli e rimorchi. Presentano l’ultimo capitolo “I Saw Them Leaving” (Wild Honey Records) in cui le atmosfere sixties vanno in lavatrice con la candeggina del folk, del lo-fi e dello psych-pop. I suoni da girovaghi degli esordi sono sempre più sbiaditi… Apre Tiger Forest Cat, progetto a immagine e somiglianza di Filip Sundberg. Stelle polari? Bryan Ferry e Prefab Sprout. Dopo il live tutti in pista, c’è Dr. Lorenz, ma c’è anche Le Mueck, dj svizzero flippato con l’italian-vintage, ma pensa te.

www.tenderclub.it
#laterzastagione

Print Friendly, PDF & Email

Translate »