energee3
logo stamptoscana
Edizioni Thedotcompany

Gli ospedali toscani fra i più sicuri d’Italia STAMP - Salute

Gli eventi avversi che si verificano negli ospedali toscani sono percentualmente la metà rispetto alla media nazionale: 2,54% (la percentuale è calcolata sui pazienti che passano più di una giornata in ospedale), contro una percentuale nazionale del 5,17%. E il dato italiano è in linea con quelli di altri Paesi europei (Francia: 5,1%; Olanda: 5,7%) o addirittura molto inferiore (Spagna: 9,3%). Sono i risultati di uno studio finanziato dal Ministero della salute e condotto in 5 grandi aziende ospedaliere italiane: Niguarda di Milano, Careggi a Firenze, azienda ospedaliera di Pisa, San Filippo Neri di Roma, Policlinico di Bari. I risultati dei due studi verranno presentati al VI Forum Risk Management in Sanità, che da oggi fino a venerdì i tiene, come ogni anno, ad Arezzo. ''La conduzione degli studi sugli eventi avversi – precisa Riccardo Tartaglia, responsabile del Centro regionale Gestione Rischio Clinico – è raccomandata dall'Organizzazione mondiale  della sanità per avere una banca dati affidabile ed utile ad impostare le azioni di prevenzione, come abbiamo fatto questi anni in Toscana con una leadership a livello nazionale sulle buone pratiche per la sicurezza dei pazienti''. L'assessore al diritto alla salute Daniela Scaramuccia, in questi giorni in missione in Cina, ha voluto comunque far giungere al Forum il suo saluto: ''Quello del rischio clinico è un tema importante, che va affrontato con determinazione e senza creare allarmismi''.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »