energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Governo senza toscani, Nardella: “Ci rimette l’intero partito” Breaking news, Politica

Firenze – Governo senza toscani, forse qualche problema ci potrebbe essere. Di sicuro, un problema di rappresentanza c’è, dal momento che la Toscana è comunque la terra del “fortino rosso”, e simboleggia la tenuta del Pd. Ma a parte considerazioni di tipo generale, forse qualche difficoltà in più, per l anostra Regione orfana di rappresentanti nel governo centrale, c’è.
“Ci sono due problemi – dice il sindaco Dario Nardella, interpellato sull’argomento a margine dell’assembla Anci avvenuta stamattina a Firenze – Uno, sono venuti meno alcuni punti di riferimento che avevamo nel governo precedente, penso ad Achille Variati che voglio ringraziare, al Ministero dell’Interno. Oltre a questo, c’è il dato politico, cioè che la Toscana ancora una volta, se guardiamo al centro sinistra, non ha delle figure al governo. Ciò renderà il lavoro più difficile, ma siamo senz’altro abituati a rimboccarci le maniche e a non lamentarci. Certo colpisce che le Regioni che portano più consenso e più voti al partito democratico, siano quelle più snobbate quando si tratta di decidere i posti di governo. E visto che i posti di governo si decidono a Roma, forse sarebbe opportuno avere un occhio di riguardo in più, perché così rischiamo di perdere ulteriore consenso. I cittadini si chiedono come mai le nostre regioni, i nostri territori dove si esprime un voto a favore del centrosinistra, vengano così snobbati quando si tratta di individuare delle figure al governo. Ma lo dico senza polemica, credo che a rimetterci non siamo solo noi, ma ci rimetta, nel complesso, l’intero partito”.

“Ritengo che ci troviamo di fronte a un governo che ha la sua centralità in figure di alta professionalità, e quindi, non essendo un governo per vocazione politico, attribuisco meno significato alla mancanza di figure toscane al governo che in altre occasioni – è il commento del presidente Giani – in questo caso, essendo figure di alta professionalità, ritengo che nessuno di loro, in quelli che sono i ministeri che contano, mostri una particolare predilezione per i loro territori, in quanto persone che vanno al di là dei territori. D’altro canto in questo particolare caso è importante che la rappresentanza politica della Toscana, i parlamentari, il sottoscritto, i sindaci, abbiano invece una capacità di diretto rapporto con quelli che sono i ministri scelti dal governo Draghi”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »