energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Gran cuore Isolotto calcioa 5, il campionato comincia bene Sport

Vittoria con il cuore per l'Isolotto Fondiaria nella prima del campionato di serie A femminile di calcio a 5: Kick Off di San Donato Milanese detentore della Coppa Italia battuto per 4-2 al PalaIsolotto. Una vittoria in rimonta con un finale da brivido che ha lasciato di sale le ospiti, che si sentivano sicure a meno di due minuti dal termine di avere ormai la vittoria in tasca. Dopo aver dominato ma essere andate sotto nel primo tempo nell’unica occasione delle ospiti su punizione, le biancorosse pareggiano con Barsocchi al 12’, subiscono subito dopo il l’1-2 su autorete della stesa Barsocchi, non si perdono d’animo, mettono alle corde le più rodate avversarie vanno a segno due volte con Galluzzi e suggellano la vittoria col pallonetto dalla propria metà campo di Fernandez a 10 secondi dalla fine mentre le avversarie si sbilanciavano in avanti col portiere di movimento.

I COMMENTI
“Una vittoria che abbiamo conquistato con il cuore – ha detto a fine partita proprio Elena Galluzzi – e questa è la squadra che vogliamo sempre vedere. Gli avversari devono sapere che se vengono al PalaIsolotto avranno di fronte una squadra che vende cara la pelle e non molla mai fino all’ultimo”.
Domenica prossima trasferta a Verona. “Una partita difficile, naturalmente – spiega Colella – non abbiamo una squadra nuova per sette dodicesimi, in settimana ne approfitteremo per lavorare ancora. Intanto godiamoci questi tre punti che fanno morale. “Meritavamo noi la vittoria – ha detto a fine gara il tecnico delle ospiti Riccardo Russo – abbiamo giocato con quattro giocatori di movimento contati e abbiamo fatto quello che dovevamo fare. Purtroppo nel calcio a 5 è così e a volte gli errori si pagano”.

LA CRONACA
Isolotto schierato inizialmente con Iezzi tra i pali, Galluzzi, Cary, Rosini e Fernandez di movimento. Il Kick Off schiera Zacchetti in porta, Ciuntu, Pesenti, Perruzza e Zambelli. Il primo tempo termina con l'Isolotto sotto per 1-0.  al 19' un calcio di punizione delle lombarde (peraltro dubbio con anche ammonizione per Galluzzi) calciato senza troppa forza da Crespi si infila sotto una selva di gambe sulla destra del portiere Iezzi. In precedenza le biancorosse avevano "fatto" la partita, sempre in attacco.
Già al 1' Galluzzi in contropiede scalda le mani al portiere ospite e si ripete al 5' con Tito tiro in girata. Al 10' il primo e unico intervento di Iezzi, col braccio di richiamo dopo incursione di Ciuntu.
Al 14'' diagonale da brividi di Fernandez, palla troppo angolata. Tre minuti dopo punizione parata alla stessa iberica. Al 17' Barsocchi si incunea in area, viene toccata sulla caviglia e sbilanciata, ma per l'arbitro è semplice fallo senza ammonizione. Sorte diversa tocca a Fernandez subito dopo: per lei è giallo.
Un minuto prima del gol lombardo clamorosa occasione per Salesi, che ruba palla in area ma sola davanti al portiere Angola troppo il tiro. Nel secondo tempo subito una doppia conclusione di Fernandez senza esito. Al 4’ Ciuntu per le lombarde, sola davanti a Iezzi sbaglia la mira. Al 5’ Iezzi devia su tiro di Zambelli. L’Isolotto sembra più stanco, non rodato dagli impegni ufficiali che invece sono già toccati alle ospiti, . Al 5’ Iezzi para ancora dopo un contropiede concluso da Perruzza. All’8’ ci prova ancora Ciuntu, poi PEsenti dalla distanza, Iezzi devia.
Al 12’ però arriva il pareggio. Salesi si lavora un buon pallone, scambia spalle alla portsa con Barsocchi che di prima intenzione trafigge il portiere ospite.
Purtroppo però il tempo di rimettere la palla al centro e proprio Barsocchi, in posizione di centrale, devia nella propria porta su tiro di Crespi: 1-2.
L’Isolotto, con cuore e meno lucidità che nel primo tempo prova a raddrizzarla. Rosini impegna il portiere ospite, Marraccini al 15’ dalla distanza prende la parte alta della traversa. In contropiede Ciuntu semina il panico in contropiede e viene atterrata al limite dell’area. Sul rovesciamento è Cary che prova dalla distanza: parata.
Al 18’ il gol del 2-2: punizione battuta da Salesi, sulla respinta, 30 centimetri davanti alla porta è Galluzzi che freddamente infila dove il portiere non può arrivare. Trenta secondi dopo è ancora Galluzzi che si incunea in area, tira, respinta e ancora tiro, stavolta dentro: 3-2.
Le lombarde propvano il tutto per tutto, mister Russo inserisce il portiere di movimento ma anche le loro batterie sono esaurite. Salesi prende l’incrocio dei pali, poi allo scadere della gara è Jessica Fernandez che dalla distanza fa partire il pallonetto che si infila a porta sguarnita, per il 4-2 e il tripudio finale delle biancorosse.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Translate »