energee3
logo stamptoscana
badzar
energee3
badzar

Gran Fondo Martini, quasi 400 i ciclisti alla partenza Sport

Firenze – “Cari amici del “Giglio D’Oro, sono a comunicarvi con grande dispiacere che per motivi familiari non posso essere presente alla 5° Granfondo Alfredo Martini”.

“Tenevo veramente tantissimo a parteciparvi ed a ricordare con voi Alfredo, persona che ha dato tantissimo a questo sport e sapeva incantare con i suoi insegnamenti di vita”.

Ho avuto la fortuna di conoscerlo e le sue parole rimarranno sempre indelebili dentro di me”.

“Colgo l’occasione per congratularmi con la vostra associazione ed augurarvi sicuramente di passare una bellissima giornata con una grande riuscita dell’evento. Vostro Diego Ulissi”.

Questo il messaggio inviata dal professionista toscano Ulissi che vive a Donoratico, quasi sicuramente pedina di punta della squadra azzurra ai prossimi campionati del mondo in programma a Richmond in Virginia il prossimo 27 settembre. Ulissi doveva essere uno dei personaggi presenti a questa attesissima granfondo non competitiva in programma oggi domenica a Calenzano.

Comunque il suo augurio si è realizzato. L’evento si è svolto in maniera precisa grazie ad una validissima organizzazione guidata da Saverio Carmagnini e si chiuso con un bilancio stupendo. Basterà dire che stamani alla partenza erano quasi 400 i ciclisti. Aprivano la multicolore carovana gli ex campioni Francesco Moser, Roberto Poggiali e Fabrizio Fabbri ed il noto personaggio dello spettacolo Walter Santillo.

Prima della partenza una signora, ha consegnato a nome del sindaco di Calenzano Alessio Biagioli, due mazzi di fiori per le figlie di Martini signora Silvia (presente) e Milvia.

La granfondo era articolata su tre diversi percorsi tutti disegnati sulle strade del Mugello : quello corto di 51 chilometri; quello medio di 83 chilometri e quello lungo di 138 chilometri.

Alla fine a Calenzano la cerimonia della premiazione. La prima società per punteggio è stata l” US.Tuttinbici” di Calenzano; mentre il Trofeo alla memoria di Vasco Baroni è andato alla Ciclistica Grassina. Ai primi cinque amatori classificati oltre ai rispettivi premi è stata regalata la maglia azzurra (voluta e realizzata dall’ASD Giglio D’Oro presidente Saverio Carmagnini) creata in onora di Alfredo Martini recante la dicitura “In bicicletta si pensa”, una delle famose frasi spesso ripetute da Martini. La maglia ricorda anche il primo mondiale con Martini commissario tecnico disputato in Belgio quello del 1975 ad Yvoir che vide Francesco Moser undicesimo e primo degli azzurri. Una simpatica annotazione : due degli azzurri di quella squadra – Moser e Poggiali – erano presenti stamani a Calenzano.

Ieri sabato c’era stata una importante anteprima con una pedalata enogastronomica da Calenzano e ritorno; mentre ieri sera una riuscita e brillante cena di gala presso il Meridiana Country Hotel e il Ristorante Carmagnini del ‘500 a Pontenuovo di Calenzano. Nelle vesti di ospite d’onore l’ex ciclista Marina Romoli, “bloccata” da anni in carrozzina per un incidente stradale durante una corsa. Ed ora presidentessa di una onlus alla quale è andato il ricavato della vendita della maglia azzurra Alfredo Martini.

Print Friendly, PDF & Email

Translate »